Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 26, 2018 padre Pasquale Castrilli 1962volte

Percorsi podistici a Lourdes

Correre in "santa" pace Correre in "santa" pace Peacerun - R. Mandelli

Il santuario più famoso d’Europa è legato alle apparizioni mariane del 1858. Un luogo unico di spiritualità frequentato da moltissimi italiani: le statistiche dicono che ogni anno un terzo dei pellegrini arriva dall’Italia. 420 metri sul livello del mare, 14mila abitanti circa, incastrata tra le montagne pirenaiche, nella regione dell’Occitania, Lourdes offre buoni percorsi per chi vuole correre a piedi. Se ci dovessimo recare in questo luogo per un viaggio, un pellegrinaggio e stiamo preparando una maratona, una gara veloce oppure un trail, possiamo tranquillamente approfittare della frescura mattutina di Lourdes (unita a dire il vero ad una certa quota di umidità). Andiamo alla scoperta di quattro percorsi di allenamento facilmente accessibili.

  1. Per chi ha bisogno di un percorso piatto, regolare, per fare un lungo e delle ripetute in pianura, segnalo la pista ciclabile che parte da Lourdes e corre lungo il Gave, il fiume della grotta, per circa 18 km. Il nome della pista è Voie vertes des Gaves. Dislivello ridotto, paesaggio gradevole, poco traffico di bici e pedoni. Sulla ciclabile anche qualche bar e toilette, oltre a numerosi pannelli che indicano le località attraversate e le bellezze naturalistiche sul percorso. Si può fare tranquillamente anche un lunghissimo di 35km senza problemi di traffico e con pochi attraversamenti. In alcuni tratti, appena dopo il centro abitato di Lourdes, sono segnati a terra i km e i cento metri, segno che il luogo è frequentato da runners.
  2. Un percorso un po’ più ondulato si trova inoltrandosi nel bosco di Lourdes (Route de la Forêt) situato alle spalle della spianata del santuario, alla sinistra del fiume Gave. Si tratta di una zona attrezzata per picnic e anche per camminate, allenamenti e giochi. Alberi secolari, a giudicare dall’altezza, dunque parecchia ombra. Su un giro di una dozzina di km si portano a casa circa 250 metri di D+. Partendo dal santuario si percorre la strada a sinistra della basilica, uscendo così da Lourdes. Al secondo km troviamo anche due camping abbastanza ben attrezzati e frequentati. Nel bosco si recava la giovane Bernadette a raccogliere legna. Il bosco si estende su un’ara di circa 400 ettari. Informazioni e percorsi cliccando lourdes.fr/images/1-Menu/culture-loisirs/Sports_Loisirs/Bois_de_Lourdes/ONF_charte_du_promeneur.pdf.
  3. Altro giro collinare è quello che va dal santuario al lago di Lourdes. Uno specchio d’acqua, situato in direzione Pau, non molto esteso, ma gradevole. Il fondo stradale dell’anello di 6km che gira attorno è abbastanza sconnesso. Si può correre qualche tratto di sentiero su prato abbastanza regolare. Una spiaggetta ed un bar sono il luogo per concludere, fare stretching e rifocillarsi. Un giro su questo percorso, partendo dalla zona degli alberghi, è di circa 14km. Per arrivare al lago si passa nella zona dello stadio e nei pressi del locale cimitero. Nella zona di circa 50 ettari sono presenti anche alcuni campi di golf. Si può anche praticare la pesca o andare su pedalò e canoe. Ci si può recare al lago (o fare dietro front) anche con il bus di linea A3.
  4. Per chi ha bisogno di accumulare dislivello e di calcare sterrato suggerisco senz’altro a salita al Pic du Jer. 7km per arrivare in cima con un dislivello di circa 500 metri. C’è anche una funivia per effettuare eventualmente la discesa e risparmiare un po’ le gambe. Dal capolinea alto della funivia c’è ancora un pezzo per arrivare in cima (dove è situata una grande croce illuminata di notte) dalla quale gustare un ottimo panorama su Tarbes, Pau e sulle vette pirenaiche, molte delle quali mete del Tour de France. Anticamente a Lourdes c’era un ghiacciaio ritiratosi col tempo, e Pic du Jer era la parte alta del ghiacciaio.

Dunque si può andare a Lourdes senza l’angoscia di interrompere la preparazione per le gare autunnali. Con un po’ di buon senso e di organizzazione si può partecipare agli appuntamenti proposti dal santuario (rosario alla grotta, messa internazionale, confessioni, via crucis e altro) e allo stesso tempo inserire le sedute di corsa che abbiamo in programma. Ultimo consiglio. A Lourdes il meteo cambia con molta velocità: è utile portare con sé qualcosa in caso arrivi la pioggia.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina