Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 14, 2018 Ufficio Stampa Uisp Ravenna-Lugo 86volte

Ravenna - 3^ SicuRun Ravenna

La partenza La partenza Foto Organizzatori

Una mattinata di sole ha fatto da cornice alla terza edizione della “SicuRun Ravenna”, originale appuntamento podistico aperto a tutta la cittadinanza sulle strade del capoluogo romagnolo.

E proprio i runner romagnoli, ma anche i semplici appassionati di podismo ed i camminatori di ogni età hanno dimostrato di apprezzare l’idea rispondendo all’appello ed affollando il percorso di un Urban Trail unico nel suo genere in Italia, con l’itinerario che si è snodato accanto a tutte le caserme attraversando i cortili dei Corpi militari, di sicurezza e della Prefettura della città di Ravenna.

Ed i numeri, al termine della manifestazione, hanno confermato il consenso dei cittadini con ben 1.200 partecipanti che si sono messi alla prova sui due percorsi da 7 oppure 15 km, ma soprattutto hanno potuto trascorrere una mattinata di salute e divertimento ammirando scorci solitamente chiusi agli occhi dei passanti.

Ideato dal Tenente Colonnello dell’Arma dei Carabinieri Fabio Bonucchi ed organizzato dalla Struttura di Attività del Podismo Uisp Ravenna-Lugo e dall’Asd Ravenna Runners Club, l'evento è nato dalla stretta cooperazione fra le Forze Armate e di Polizia, le Istituzioni locali e le associazioni del Terzo Settore della città, tutte unite per rendere la «SicuRun» una corsa assolutamente unica nel suo genere.

E così, grazie all’attento supporto di quasi un centinaio di volontari e di numerosi agenti delle varie caserme i runner si sono ritrovati al Comando Provinciale dei Carabinieri di Ravenna, in Viale Pertini, e da lì, con il via dato dal Prefetto Francesco Russo, sono partiti alla volta della Stazione dei Carabinieri Forestali, del Presidio Portuale della Guardia di Finanza, fino alla sede storica della Capitaneria di Porto di Ravenna. Poi ancora di corsa, tra l’altro, verso il Comando della Polizia Provinciale, quelli della Polizia Municipale e della Guardia di Finanza, la Prefettura di Ravenna in Piazza del Popolo, l'ex caserma Dante Alighieri dell'Esercito, la Casa Circondariale in via Porta Aurea, dove è stato consentito il passaggio sotto le mura, ed infine il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

Da segnalare che il ricavato dell’intera manifestazione verrà donato in beneficenza al «Dynamo Camp», un camp di Terapia Ricreativa strutturato per ospitare gratuitamente per periodi di vacanza e svago bambini malati, in terapia o nel periodo di post ospedalizzazione (info su www. dynamocamp.org).

Un’esperienza positiva sia per i partecipanti, letteralmente triplicati rispetto all’edizione 2017, che per gli organizzatori che hanno messo alla prova con successo le loro capacità di cooperare insieme. Un risultato al di sopra delle aspettative che lascia presagire una replica della “SicuRun Ravenna” anche nel 2019 per quella che sarà la sua quarta edizione. 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina