Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 25, 2018 746volte

Firenze - 35^ Firenze Marathon con 7604 classificati

Lonah Chemtai Salpeter Lonah Chemtai Salpeter Foto oganizzazione

Edizione storica quella della 35esima edizione della Firenze Marathon, bagnata dalla pioggia dall’inizio alla fine. La vittoria come era pronosticabile è andata all’israeliana di origine keniana Lonah Chemtai Salpeter, campionessa europea dei 10.000 metri su pista quest’estate a Berlino, allenata dal marito, che ha realizzato un crono davvero importante, superando le previsioni della vigilia; ha anche realizzato la miglior prestazione europea dell’anno.
Ha chiuso in 2:24:16 correndo la seconda parte più veloce della prima e battendo il record della manifestazione di Helena Javornic (2:28:15 nel 2002) mentre il precedente limite stagionale europeo era 2:25:25.

Alle spalle dell'israeliana è giunta la keniana Caroline Chepkwony in 2:30:46, terza la ruandese Clementine Mukandanga in 2:30:59, in quarta posizione è giunta la Campionessa mondiale della 100k Nikolina Sustic, la croata è riuscita a migliorare il suo primato personale chiudendo in 2:41:51.
Ottava la migliore delle italiane, Maurizia Cunico dell’Atletica Casone Noceto, che ha chiuso in 2:50’54”.
In campo maschile vittoria per l’esordiente in maratona Abdi Ali Gelelchu (nome che corrisponde alle liste internazionali con le quali è conosciuto nel mondo dell’atletica, ma il cognome da passaporto è Gelchu). Ha chiuso in 2:11:32, 16esimo crono di sempre a Firenze.
Sul podio anche il marocchino Hicham Boufars in 2:12:16 e terzo il keniano Gilbert Kipruto Kirwa in 2:13:08 che era giunto 3° anche lo scorso anno.
Miglior italiano, ottavo Ahmed Nasef, dell’Atletica Desio, in 2:23’19”, alle sue spalle il primo italiano di nascita, il modenese Salvatore Franzese dell'Atletica Reggio che, all'esordio in maratona, ha ottenuto un favoloso 2:23:51 correndo la seconda parte di gara più veloce della prima, risultato che per un esordiente (con un primato sulla mezza di 1:08:13) rappresenta un biglietto da visita importante.
Migliori atleti toscani Matteo D’Intino e Marco Sandrucci entrambi dell’Atletica Firenze Marathon, rispettivamente 15esimo e 16esimo in 2:29’26 e 2:30’25”.
Tra le donne migliore toscana Claudia Marietta del GS Lammari in 3:02’26”, 15esima assoluta tra le donne.


Alle 8.30 erano partiti, sempre da piazza Duomo, 7905 atleti, il via dato dal sindaco di Firenze, Dario Nardella insieme a lui l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci che poi ha seguito la corsa come da tradizione sulla moto del direttore tecnico Fulvio Massini.

Alla mezza maratona i primi cinque erano passati in 1h05’05”, con la temperatura che nel frattempo era scesa. Gara molto veloce quella femminile, passaggio alla mezza maratona da parte di Lonah Salpeter e l’etiope Gedamu di 1h12’38”, più veloci rispetto a una previsione stabilita di 1h13’50”. Previsione finale di 2h25’13” che significava già proiezione da record della gara.

LA CRONACA E LE DICHIARAZIONI DELLA VINCITRICE
E’ arrivata all’arrivo quasi saltando dalla felicità la vincitrice della 35^Firenzemarathon Lonah Chemtai Salpeter che ha tagliato il traguardo in 2h24’16”. Israeliana di origini keniane, Lonah era la donna più attesa di questa maratona e non ha deluso. Partita senza forzare i ritmi poi è stato un crescendo, passaggio al 10km in 34’07”, half marathon in 1h12’38”, 30km in 1h43’16”, 35km in 1h59’56”, 40km in 2h16’41” e poi un crescendo di ritmo dentro a Firenze sui sampietrini fino all’arrivo in piazza San Giovanni. E’ la campionessa europea in carica dei 10000 metri, titolo vinto questa estate a Berlino, mentre in maratona aveva un primato personale di 2h40’16” fatto a Berlino nel settembre 2016.

“Sono molto molto felice della mia performance, Firenze è stata fantastica, tantissimo tifo lungo il percorso, ora nel mio futuro voglio migliorare il mio record anche in mezza maratona e poi diventare la numero uno. La migliore”. A seguirla sotto la pioggia per tutta la gara colui che la segue insieme al marito, Renato Canova: “E’ sempre vissuta ad Eldoret, poi qualche hanno fa si è trasferita in Israele per lavorare nell’ambasciata keniana. Lì ha conosciuto suo marito e ha preso la nazionalità – fa sapere Renato Canova -. Fa atletica in maniera professionale da agosto 2017 quando ho iniziato a seguirla, è una ragazza dalle doti fisiche straordinarie. Nel suo futuro vedo molto bene la Maratona di Boston ma si candida ad una medaglia per le Olimpiadi di Tokyo dove ci sarà un clima a lei favorevole. In luglio si è allenata in altura in Italia al Sestriere dove ha costruito la vittoria per l’oro europeo in pista e questa maratona”. 

CAMPIONATO ITALIANO BANCARI
La Firenze Marathon 2018 era valevole anche come Campionato italiano bancari e assicurativi di maratona con 240 pretendenti alla vittoria tra uomini e donne.


Informazioni aggiuntive

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina