Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Dic 21, 2018 682volte

Shenzhen (Cina) – Shenzhen International Marathon

La partenza La partenza Foto Shenzhen Daily

16 dicembre - Il 26enne keniano Edwin Kipngetich Koech, in fuga solitaria dal 25° km, ha vinto la Maratona di Shenzhen (IAAF Silver Label), in 2:09:44, scendendo sotto le 2h10’ per la prima volta nella storia di questa manifestazione, ben lontano dal proprio personale di 2h07:13 stabilito a Milano, nell’aprile 2018.

In campo femminile successo per la 34enne etiope Mulu Seboka in 2h27:12, che migliora il secondo posto di dodici mesi fa e il record della corsa di oltre sei minuti, stabilito proprio nel 2017 in 2h33:25 da Viktoria Poliudina del Kirghizistan.

Come riporta Wikipedia, Shenzhen, nella Cina Sud-orientale, è una moderna metropoli che collega Hong Kong al resto del territorio cinese. È famosa come meta per lo shopping.

La gara maschile ha visto in testa dieci uomini nei primi chilometri, poi ridotti a cinque al passaggio al 20° chilometro, e a tre (Koech, il connazionale Samuel Ndungu e l’etiope Bekele Muluneh), col il suddetto trio a superare il 25° in 1h17:19. Correndo i 5 km tra il 25° e il 30° in 14:41, Koech ha poi fatto il vuoto, involandosi da solo verso il successo.     

Secondo il 21enne Muluneh in 2h11:19, che migliora il proprio pb di 40 secondi; terzo, in 2h12:15, l’altro keniano Ndungu, due volte vincitore della maratona del Lago Biwa e con un pb di 2:07:04.

Tra le donne, la favorita della vigilia Mulu Seboka non tradisce le attese e, superato il 25° km in 1:26:17, prende il largo, lasciandosi alle spalle la keniana Flomena Chepchirchir, andando a conquistare  in solitaria il successo con un vantaggio finale di quasi cinque minuti proprio sulla keniana.

Per la vincitrice, secondo successo del 2018 in Cina (dopo la maratona di Dalian vinta in 2:28:59), con stagionale stabilito a Seoul in 2:25:01.

L’esperta 27enne keniana Chepchirchir è seconda in 2h32:05, sua miglior prestazione dal 2013 quando stabilì il pb in 2:23:00; terzo posto per l’altra etiope Ashu Kasim, terza in 2h38:35.

Oltre 30000 i partecipanti; i migliori cinesi sono risultati Zhang Zhenlong, al maschile,  in 2h20:43, e Zhang Jingxia, tra le donne, in 2h56:12.

Da segnalare che gli organizzatori hanno curato particolarmente la regolarità dell’avvenimento, dopo che nella mezza di appena tre settimane fa 258 atleti erano stati squalificati per aver “ridotto” il percorso: braccialetti con microchip, tecnologia di riconoscimento facciale, monitoraggio video a largo raggio e spiegamento di giudici, hanno controllato gli atleti evitando imbrogli.

 

  

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina