Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 21, 2019 1291volte

Italiano corre in Russia per 39 chilometri a meno 52 gradi

Italiano corre in Russia per 39 chilometri a meno 52 gradi Foto: Matteo Menapace

Come promesso, dopo il nostro articolo di lancio che potete leggere qui, siamo lieti d’informarvi che Paolo Venturini ce l’ha fatta. Il poliziotto cinquantenne è riuscito a percorrere ed arrivare sano e salvo i 39120 metri tra Tomtor e Oymyakon, due villaggi della Jacuzia. Il tutto malgrado la rigida temperatura che ha toccato una minima pari a 52,6 gradi centigradi.

Ieri mattina, domenica 20 gennaio, il padovano ha impiegato 3h54’10”. Quindi alla media di circa 10 chilometri orari, come aveva pianificato, in quanto velocità maggiori avrebbero comportato altri problemi tra cui l’aumento del freddo percepito. Tutto è andato per il verso giusto, dai cambi di vestiario ai materiali utilizzati, compreso la maschera che difendeva polmoni e denti dalla temperatura, ma anche dall’umidità a livelli proibitivi.

I dati raccolti durante questa prova saranno studiati dal dipartimento di Medicina dello Sport dell’Università di Padova e dagli esperti in medicina del freddo della locale Università di Yakutsk, nonché da alcuni produttori di materiali sportivi.

1 commento

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina