Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Feb 20, 2019 624volte

Trionfo etiope alla 35^ Maratón de Sevilla

Vince Ayana Tsedat Vince Ayana Tsedat Foto Sito Evento

17 febbraio - Doppietta etiope alla 35^ edizione della Maratón de Sevilla, IAAF Gold Label road race: Ayana Tsedat e  Guteni Shone si sono infatti imposti migliorando i rispettivi record della corsa.

Veloce e piatto il nuovo percorso che ha toccato tutti i monumenti più importanti come la Maestranza e la Torre del Oro (al 5° Km), la Macarena (al 16° Km), Plaza de Espana (al 35° Km), la Girlanda (al 37° Km).

Favoriti dalle condizioni meteo quasi ideali, il 22enne Tsedat ha chiuso in 2h06:36, 1:07 sotto il precedente limite (2h07:43); stesso discorso in campo femminile, dove la 27enne Shone ha vinto in 2h24:29, abbassando il precedente primato di 1:06 (2h25:35).

La gara maschile è cominciata con ritmi regolari di 3:00 al chilometro sotto la guida dei due pacer, l’eritreo Okubay Tsegay e il keniano Kenneth Kiplagat; passaggio al 10° km in 29:56, con gruppo di testa formato da 13 atleti, con il keniano Daniel Kipkore Kibet e gli etiopi Tsedat, Belay Asefa e Birhanu Berga subito a ridosso dei pacer.

Alla mezza, pacer Tsegay è passato in 1h03:18, seguito dal gruppo ridottosi a dieci atleti; al 27° Kibet ha aumentato il ritmo, raggiungendo in testa l’eritreo, per passare insieme al 30° in 1h30:11.

A questo punto, contrariamente a quanto previsto dal suo incarico di pacer, Tsegay non si è fermato e ha proseguito la gara rimanendo nel gruppo al comando composto anche da Kibet e dal trio etiope Tsedat, Asefa e Berga.

La gara si è decisa nell’ultimo chilometro quando Tsedat è partito deciso: staccatisi subito Kibet e Tsegay, sono rimasti in scia e in fila indiana Asefa e Berga, senza però riuscire ad avvicinarsi al fuggitivo.

Tsedat ha tagliato per primo il traguardo in 2h06:36, migliorando nettamente il proprio personale (2h09:26 – Barcellona 2018), con Asefa secondo in 2h06:39 e Berga terzo in 2h06:41, entrambi al personale.

Quarto posto per Tsegay, che, abbandonato il ruolo di pacer, ha chiuso in 2h06:46, nuovo record nazionale eritreo. Quinto Kibet in 2h06:49, con cinque atleti giunti sotto le 2h07.

Nella gara femminile, con il maratoneta spagnolo Roger Roca nel ruolo di pacer, i primi chilometri si sono corsi regolarmente in 3:26, con passaggio al 10° in 34:25, con gruppo di testa formato da dieci atlete.

Il passaggio alla mezza è avvenuto in 1h12:40 con in testa un gruppo formato da otto etiopi: Shone, Sifan Melaku, Dinkesa Yenenesh, Abeba Gebremeskel, Meseret Gebre Ayantu Abera, Urge Diro e Aberu Ayana; le ultime tre si sono però presto staccate.

Sempre guidate dal pacer Roca, il quintetto etiope di testa è passato al 30° km in 1h43:17; ma ben presto hanno aumentato il ritmo Shone e Gebremeskel che hanno superato il 35° in 2h00:17. Ma al 40° è già sola Shone che in 2h17:03 ha 12” di vantaggio su Gebremeskel, vantaggio che continua ad aumentare e porta Shone ad imporsi in 2h24:29. Gebremeskel è seconda in 2h24:53, con miglioramento del pb di circa 5 minuti; terza Yenenesh in 2h25:54, quarta Melaku in 2h06:46, quattro le donne sotto le 2h27.

Da segnalare, infine, il 13° posto dell’italiana Claudia Pinna in 2h40:47.

9148 i finisher.

Classifiche

Uomini -

  1. Ayana Tsedat, ETH, 2:06:36
  2. Belay Asefa, ETH, 2:06:39
  3. Birhanu Berga, ETH, 2:06:41
  4. Okubai Tsegay, ERI, 2:06:46
  5. Daniel Kibet, KEN, 2:06:49
  6. Samuel Kosgei KEN 2:09:28
  7. Hassan Chahdi FRA 2:09:55
  8. Maru Teferi ETH 2:10:11
  9. Stephen Kiplimo KEN 2:11:52
  10. Stephen Kipchirchir KEN 2:13:24 

Donne -

  1. Guteni Shone, ETH, 2:24:29
  2. Abeba Gebremeskel, ETH, 2:24:53
  3. Dinkesa Yenenesh, ETH, 2:25:54
  4. Sifan Melaku, ETH, 2:26:46
  5. Urge Diro ETH, 2:28:10
  6. Aberu Ayana ETH 2:28:51
  7. Charlotta Fougberg SWE 2:29:40
  8. Tesfanesh Merga ETH 2:33:01
  9. Ayantu Abera ETH 2:33:20
  10. Meseret Dekebo ETH 2:38:28

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina