Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 05, 2019 2218volte

Polignano a Mare (BA) - 10^ CorsAmare

Auciello a Cala Paura Auciello a Cala Paura Foto Antonia Annoscia

3 marzo - Bella, bellissima Polignano a Mare; bella, bellissima la CorsAmare.

L’Atletica Polignano ha celebrato la decima edizione della propria manifestazione, organizzandola ottimamente, tanto da ottenere immediati ed unanimi elogi da parte di tutti i partecipanti.

E, d’altronde, è  oramai una consuetudine venire in questa perla del nostro mare e partecipare ad una gara che soddisfa in ogni senso e lascia la voglia di tornare l’anno prossimo.

Gli organizzatori, sagacemente presieduti  da Eugenio Scagliusi, hanno dato fondo a tutte le loro risorse per offrire il meglio agli ospiti e confesso che ci sono riusciti. Altro elemento di grande intelligenza degli organizzatori è far tesoro di ogni critica, sfruttandola per migliorarsi nella successiva edizione.

Ritrovo fissato in Piazza Moro, in pieno centro: la difficoltà nel trovare parcheggio nelle strade e stradine centrali è risolta dal’indicazione di tre parcheggi: San Francesco e Madonna d’Altomare, gratuiti… sino a mezzogiorno; Stazione, completamente a costo zero.

Bagni chimici in zona partenza, più le solite strutture fisse, risolvono l’altro grande problema mattutino dei corridori.

Inizialmente ben organizzata la consegna delle buste contenenti pettorali e chip, diventa più caotica con il passare del tempo all’arrivo della “massa”, anche per colpa del riscontro di alcuni pagamenti effettuati con bonifico: per l‘anno prossimo, un doppio punto di consegna snellirebbe le operazioni.

Un po’ distante il punto di distribuzione del ricco pacco gara, contenente vari prodotti alimentari: l’iscrizione prevedeva due opzioni, 6 euro senza e 7 con pacco; tutti scelgono la seconda possibilità.

Giornata fantastica, giustamente calda e soleggiata, l’ideale per correre, anche con poco vento, un gran vantaggio quando il percorso si svolge in una città di mare.

Presenta Paolo Liuzzi, valore aggiunto per ogni manifestazione, splendido, arguto, ironico, onni…citante, neologismo per dire che ha citato tutti i partecipanti.

La convenzione con il centralissimo bar permette di prendere un caffè a soli 70 centesimi.

Punto di partenza fissato poco prima del Ponte di Lama Monachile, dove la strada è ancor più larga: gli atleti, ultimato il loro riscaldamento, si schierano dietro il punto di via, in maniera insolitamente ordinata.

Spicca la presenza della Miss CorsAmare, una fantastica fanciulla vestita di nero con tanto di fascia, a dare l’incoraggiamento ai partecipanti.

Tutto pronto, ecco l’ok dal percorso e lo sparo che dà il via alla corsa e libera i podisti. 1144 gli iscritti Fidal, si aggiungono oltre 200 cosiddetti liberi: lungo il fiume dei podisti, con le facce che denotano impegno, voglia di correre, di divertirsi, di esserci. In corsa anche Cosimo Girolamo, campione di volontà, corre sulle due stampelle e su una gamba, ma il sorriso non gli manca mai.

Il tracciato si avvia in direzione sud, il primo giro di boa e l’imbocco sulla restaurata Via Roma, per attraversare Polignano vecchia e uscire dall’Arco Marchesale sul Ponte di Lama Monachile e proseguire in direzione nord, verso San Vito. Nuovo giro di boa, comincia ora il tratto più bello e caratteristico, si scende a livello del mare sul tratto di sterrato e sabbia; ecco la fantastica Cala Paura, si corre sul cordolo di roccia sul mare, autentico spettacolo. Una serie di gradini riporta in alto, riecco la strada, si costeggia la statua di Mimmo Modugno, la svolta e via verso il traguardo in leggera salita sul lungo rettilineo che permette unici sprint. Tracciato spettacolare, ma non facile, continui i cambi di pendenza, si fatica ma… con piacere. Percorso blindato al traffico, continuamente sorvegliato, con ristoro a metà distanza, distanza di circa 10  chilometri.

Favorito della vigilia ed effettivo  vincitore: Giovanni Auciello, palese tesserato per l’Atletica Casone Noceto, un lungo palmares di successi, campione europeo master di categoria di mezza maratona, al rientro dopo tre mesi 'sabbatici', si afferma in solitaria in 31:49. Serio e deciso, Francesco Quarato (Team Pianeta Sport Massafra) è  secondo in 33:02 a precedere Rodolfo Guastamacchia (Atleticamente Modugno), plurivincitore della Maratona di Bari, insegnante di sport, terzo in 33:17.  Ecco la bella gioventù,  lo splendido duo Angelo Didonna (Amatori Atletica Acquaviva) e Giuliano Gaeta (Montedoro Noci), dopo una lunga corsa insieme chiudono rispettivamente quarto e quinto, entrambi in 33:32; segue il combattivo Gianni Rizzi (Atl. Leone san Marco Pordenone), sesto in 33:47.
Sempre generoso, Nicola Mastrodonato (Pedone Riccardi Bisceglie) è settimo in 34:25, davanti al solare Michele Uva (Free Runners Molfetta), ottavo in 34:43, e a chef Nicola Conte (Atl. Cisternino Ecolservizi), nono in 34:52. Decimo posto per il caro Fabio Gervasi, siciliano tesserato per la Castelnuovo Monti, in 35:01, all’ultima gara in Puglia al momento: torna presto Fabio! E, a proposito, di graditi ospiti, undicesimo  Simone Trussardi (G. S. Alpi Sovere) in 35:26.

Come tra gli uomini, anche la gara femminile vede vincere la favorita: il sorriso dolce, ma grintoso di Daniela Tropiano (Atletica Monopoli) conquista il successo in 40:18, buon viatico per la Roma-Ostia di domenica prossima. Infiniti applausi per Anna Rita Cazzolla (Bitonto Runners), che s’impegna e migliora, ottima seconda in 41:39. E ancora Bitonto, questa volta la Nuova Atletica, è sul podio con la determinata Milena Casaluce, terza in 42:21.
La bravissima Francesca Riti (Montedoro Noci) è quarta in 43:13, sulla caparbia Maddalena Carella (La Fenice), quinta in 43:31, e sulla mai doma Stella Giampaolo (Atletica Monopoli), sesta in 44:01. Altra emergente, Lavinia Orlando (Dof Turi) è settima in 44:15, inseguita da Ornella Donghia (Nadir on the road Putignano), in rodaggio, ottava in 44:30. Sempre positiva, Adriana Dammicco (Atletica Bitritto) è nona in 44:38, davanti all’irriducibile Rosita Rella (N.E.S.T. Lecce), decima in 44:48.    

1076 gli arrivati, chiudono Tiziana Catella (Taras Taranto), al femminile, in 1:24:47; nonno Vincenzo Mirizzi (Atletica Bitritto), al maschile, in 1:25:47.

Ottima le predisposizione della zona arrivo, bentransennata, blindata ai non addetti, con uscita posteriore verso la zona ristoro; esemplare anche la gestione dei liberi, cui è stato dedicato un diverso traguardo.

Ristoro con consegna di sacchetto contenente acqua, un frutto e una barretta energetica; segue il ritiro di mezzo litro di latte.

Immediato l’inizio della cerimonia di premiazione, sull’ampio palco montato nel centro della piazza, vitalizzata anche da bancarelle di vari artigiani. Alla presenza del consigliere comunale con delega allo sport, Arianna Liotino, di un alto funzionario della Banca sponsor e del presidente della Fidal Bari, Francesco De Mattia, sono chiamati subito sul palco i due vincitori Auciello e Tropiano. Per loro il cesto alimentare, un orologio e un chilo di cozze (o mitili, che dir si voglia). E, a questo punto, il presidente Scagliusi annuncia il furto di diversi chili di cozze, gesto davvero ignobile.

Si prosegue, intanto,  con i primi cinque di ciascuna categoria, maschile e femminile, tutti premiati con cesto, più l’aggiunta delle cozze per il primissimo/a.

L’estrazione del pacchetto per la Maratona di Malta, offerto dalla Vivi e sorridi di Bari, è vinto da (se ricordo bene) Maria Maringelli dell’Avis in corsa Conversano.

E l’Avis in corsa Conversano vince anche la graduatoria dei team con più atleti al traguardo, con 45 rappresentanti; seguono Amici Strada del Tesoro (43), Dof Turi (39), Atletica Monopoli (38) e Nadir on the road Putignano (37).

Ultimo atto l’estrazione dei premi della lotteria, sempre emozionante.

E così la manifestazione è davvero finita, la foto di gruppo dei soci dell’Atletica Polignano libera tutti gli addetti, già pronti a smontare e pulire. Troppa stanchezza al momento induce il presidente Scagliusi ad insinuare il dubbio che ci possa essere un’undicesima edizione; da parte mia la convinzione che, realizzato quanto di buono hanno fatto, Eugenio e collaboratori siano già al lavoro per il 2020, per farci vivere queste emozioni, per  farci tornare alla CorsAmare.

3 commenti

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina