Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 05, 2019 Alberto Liguori 471volte

Amalfi (SA) - 8° Trail delle Ferriere

Il Gruppo dei partecipanti Il Gruppo dei partecipanti Foto Trail Campania

31 Marzo - Si è svolta ad Amalfi l’ottava edizione del Trail delle Ferriere, gara regina del circuito Trail Campania. Il percorso attraversa l’affascinante paesaggio della Valle dei Mulini e della riserva naturale delle Ferriere l’altra faccia della medaglia di un territorio di una bellezza speciale pari a quella marinara che dà notorietà alla città di Amalfi.

Sorgenti, ruscelli da saltare, cascate da accarezzare, ponti di legno e in pietra, ruderi di ferriere dove anticamente veniva estratto e lavorato il ferro e calcare per ottenere calce, in prossimità di Amalfi mulini alimentati ad acqua per la produzione della famosa carta amalfitana. Inoltre, si trovano rarità vegetali e animali per il particolare microclima favorito dall’azione di protezione dei Monti Lattari di Scala.

Correre in questo ambiente naturale, la variabilità e la novità, danno una marcia in più, si riesce a raschiare il fondo del barile per trovare le energie necessarie per superare ostacoli, vincere dislivelli e, perché no, provare a competere con se stessi e con gli altri.

Ma facciamo un passo indietro, perché prima di godere delle meraviglie della riserva naturale, c’è Santa Maria a Fuondi da scalare. Torniamo alla partenza, qui una suggestiva foto di gruppo sulle scale del Duomo di Amalfi e conto alla rovescia prima del via di un bambino valgono già il prezzo del biglietto di questo emozionante viaggio.

Lasciata la cittadina di Amalfi, risalendo il corso principale tra l’incitamento di accompagnatori e turisti, si prende il bosco appena dopo aver attraversato un famoso limoneto. I primi 5km sono molto duri ed il profumo dei limoni e del glicine svaniscono in fretta, il bosco lascia il campo a gradini e gradoni che arrivano a toccare il cielo e che mettono a dura prova chiunque. Non c’è tattica, il percorso detta l’andatura, puoi solo annuire e questi primi km mettono subito in chiaro chi non può vincere questa gara.

Arrivati in cima col cuore in gola e le gambe gonfie, si gode di un ampio panorama, lo sguardo va all’orizzonte, azzurro tutt’uno tra cielo e mare e dopo cade subito in basso ad osservare il serpentone multicolore di tanti atleti ancora alle prese con la salita.

Mentre riflettevo sul fatto che prima osservavo lo stesso serpentone dal basso con tanti atleti più bravi che mi precedevano, si è levato un forte grido di dolore di una donna alle prese con dei crampi alla coscia prontamente soccorsa da un altro atleta, Giovanni, che a fatica e con sofferenza riusciva a far distendere e massaggiare la muscolatura.

Nelle gare trail è obbligatorio aiutare chi è in difficoltà e questa è una cosa molto bella, c’è molto rispetto e quando il sentiero è stretto e chi è alle spalle fa sentire il fiatone viene lasciato campo libero per non ostacolare.

Tra vegetazione bassa e un brevissimo tratto di un’antipatica pietraia, inizia la discesa che non è ripida come la salita, ma s’immerge nella valle dolcemente. Pian piano le gambe riprendono a girare, si entra in un mondo diverso, il mare è nascosto ma Amalfi è vicina, non mancano saliscendi specialmente quando si attraversano ruscelli.

In prossimità dell’abitato di Amalfi tornano le scale in discesa, l’arrivo è posto sulla spiaggia di Marina grande che si raggiunge superando un ultimo dislivello passando quasi ai piedi della Torre dello Ziro.

L’abbraccio all’arrivo, la gioia e le emozioni degli ultimi goffi passi nella sabbia suscitano l’ultimo batticuore prima di ristorarsi con una fantastica limonata e per i più temerari anche un bagno rigenerante nelle acque cristalline del mare di Amalfi. 

Un grazie agli organizzatori che hanno consentito tutto ciò e al trail Campania che ci regala tante proposte sportive e tante perle della nostra bellissima regione.

Infine, è doveroso citare i più bravi, gli atleti di casa, Leonardo Mansi e Annalisa Cretella ma anche quelli che li hanno seguiti sono stati bravissimi e a tutti vanno i complimenti.

CLASSIFICA MASCHILE

MANSI LEONARDO 1:30:17 AMALFI COAST SPORT & MORE 
AMENDOLA CARMINE 1:34:53 AMALFI COAST SPORT & MORE 
TOLINO GIOVANNI 1:36:35 TEAM ANIMA TRAIL 
RUOCCO LUIGI 1:38:26 TEAM ANIMA TRAIL 
D'URSO NICOLA 1:39:41 AEQUA ATRAIL RUNNING

CLASSIFICA FEMMINILE

CRETELLA ANNALISA 2:0:48 AMALFI COAST SPORT & MORE 
SHABLISTA NATALIYA 2:4:10 SPORTING AVEZZANO 
PALUMBO BENEDETTA 2:7:51 AMALFI COAST SPORT & MORE 
ALFANO MONICA 2:12:26 CAVA PICENTINI 
WANIA BARBARA 2:13:20 CORRI PER GAIA

 

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina