Stampa questa pagina
Lug 13, 2019 Vittorio Camacci 436volte

Scerne di Pineto (TE) - 26^ Notturna di Scerne

La partenza La partenza Foto Camacci

12 Luglio - Quando tanti anni fa, partecipai alla prima edizione di questa gara serale, arrivai nel piccolo borgo turistico affacciato sul mare di primo mattino insieme alla mia ragazza per godere di un giorno balneare rilassante e poi partecipare all'evento. Con nostra sorpresa scoprimmo che la località era ancora disadorna di infrastrutture turistiche, salvo un piccolo camping, un bar ed una spiaggetta sassosa, mentre la campagna coltivata nei dintorni del paese arrivava fino ai canneti affacciati sul mare.

Oggi molte cose sono cambiate a partire dai grandi resort costruiti al centro della cittadina, il lungomare con la ciclabile ed il prato che delimita le zone balneari dove piccoli e lindi chalet attrezzati offrono tutti i confort ai turisti attuali, in gran parte provenienti dall'estero.

La manifestazione invece non ha perso il suo fascino e la sua caratteristica,, sempre a cura della Podistica dell'Adriatico gestita ormai a livello familiare dal navigato " timoniere" Vincenzo Micolucci; salvo l'inevitabile cambio di percorso, dovuto alla nuova viabilità cittadina, ha mantenuto la cordialità e le caratteristiche di sempre dedicando uno spazio speciale alle gare giovanili ed alla marcia non competitiva denominata "Walk of the Sea", i tanti rifornimenti con acqua fresca ed il ricchissimo e variopinto buffet post-gara gestito da cordiali ed affabili signore, con l'immancabile gelatino "pinguino", ricoperto di cioccolato offerto come sempre da una ditta locale.

In tanti, oltre 500, per la prima volta con un clima fresco, quasi autunnale,  non hanno disdegnato  questo classico appuntamento estivo e dopo le affollatissime gare giovanili , è partita la 9,5 chilometri competitiva, su un tracciato completamente pianeggiante che ha percorso nel primo giro di circa due chilometri anche una brecciata di campagna prima di immettersi sul lungomare, per poi percorrere nel secondo giro - in un'andata-ritorno - la ciclabile verso sud fino al campeggio Heliopolis, per poi tornare all'arrivo di via Mare .

La gara si è trasformata in una sfida tra atleti marchigiani e abruzzesi, fino a quando è riuscito a prendere il largo il fenomeno di Civitella Alfedena, Marco Visci, vanamente inseguito da un gruppetto di atleti. Alla fine il rappresentante della Turismo Podismo è giunto sul traguardo in 28'59", seguito dal sanbenedettese Giammarco Scacchia (29'34") e dal teatino Paride Trulli (30'11").

Nella prova femminile  successo per la piccola triatleta chietina Sara Di Prinzio, prima in 34'03", davanti alla lauretana Milena Morbidoni  ( 34'53") ed all'altidonese Katia De Angelis (36'07").