Stampa questa pagina
Ago 11, 2019 420volte

Bydgoszcz, Crippa vince i 5000, Zenoni seconda sui 3000

Yeman Crippa Yeman Crippa Foto Fidal

10 Agosto - Nella seconda giornata dei Campionati Europei a squadre, in corso di svolgimento a Bydgoszcz (Polonia), grande vittoria di Yeman Crippa sui 5000 metri in 13:43.30 , protagonista di una grande rimonta dopo un inizio lento.  Infatti, il trentino, favoritissimo della vigilia, ha cambiato letteralmente passo a 600 metri dal’arrivo, andando a recuperare prima il tedesco Amanal Petros (terzo in 13:50.45, ma poi squalificato), e poi, a 300 metri dall’arrivo, lo svizzero Julien Wanders (secondo in 13:45.31), riuscendo anche a richiedere negli ultimi metri gli applausi del pubblico, concludendo quasi al passo. Terzo è diventato poi il francese Hogo Hay in 13:58.20.

“Non è finita qua – dichiara Crippa al sito della Fidal - questo era soltanto il primo obiettivo, domani ci riprovo anche nei 3000. Me la sono giocata bene, ho gestito la gara, con la sola eccezione del terzo giro, quando sono scappati via il tedesco e lo svizzero. Sono arrivato fresco ai 600 metri, e come avevamo deciso con il mio allenatore, sono partito proprio in quel momento. I 10.000 a Doha? Mi auguro di esserci, purtroppo il tempo della Coppa Europa di Londra non basta e quindi devo aspettare il ranking, altrimenti c’è l’ipotesi di una gara il 31 agosto ma ho paura di sballare un po’ il percorso di avvicinamento. Quella di oggi è una vittoria che mi dice che stiamo lavorando bene, soprattutto sull’ultimo giro, e sul cercare di mollare il meno possibile. Siamo a buon punto”.

Secondo posto, invece, per Marta Zenoni sui 3000 donne, che sfiora il successo e dimostra di essere oramai recuperata. La quasi 20enne, all'esordio in azzurro, dopo una gara perfetta di attesa, all’ultimo giro  lancia l'attacco in testa, seguita solo dalla svedese Yolanda Ngarambe e dalla spagnola Solange Andreia Pereira. Ma nel finale, la svedese passa la Zenoni e va a vincere in 9:07.67, con l’azzurra felice seconda in 9:08.34 sulla Pereira, terza in 9:09.76.