Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 20, 2019 Sandro Bottelli 238volte

La Gamba d’oro chiude a Vaprio d’Agogna

Logo Logo Immagine dalla rete

Non si lasciano mancare nulla gli amatori del gettonatissimo podismo. In letargo la Gamba d’oro che ha chiuso domenica 20 ottobre a Vaprio d’Agogna, in gran spolvero l’Ammazzinverno, il cui esordio è già stato ufficializzato per domenica 27 ottobre a Borgomanero. Gamba d’oro bagnata, Gamba d’oro fortunata. Le tappe erano 55 per la regia del novarese Antonio Folliero e collaboratori (Giovanni Ventriglia, Silvano Origgi, Mario Paris, Giovanni Gramoni, Caterina Grassi e Debora Taraborelli, più qualche altro rimasto nell’ombra).  La media concorrenti per gara è stata ancora molto soddisfacente assestandosi sulle 400 unità e raggiungendo i suoi picchi a Dormelletto (781, primi Andrea Medina e Gabriella Gallo), Fontaneto d’Agogna (766, vincitori Riccardo Borgialli e ancora Gabriella Gallo), Paruzzaro (852, vincitori Salah Ouyat e Giada Licandro), Gattico (712, primi Claudio Guglielmetti e Melissa Ragonesi). I primi mesi stagionali, quelli primaverili, sono stati i più affollati facendo registrare un totale finale superiore alle 20 mila unità, il che la dice lunga sul successo di questa manifestazione giunta quest’anno alla sua edizione numero 44, un record difficilmente raggiungibile. Forza trainante la presenza di molti big che hanno spesso ingaggiato sfide appassionanti. Una citazione particolare per Salah Ouyat, l’italo marocchino di Borgomanero che nonostante la veneranda età (44 anni compiuti, tanti quante le edizioni della stessa Gamba d’oro) mette spesso alla frusta i suoi rivali più giovani, con una menzione particolare ai tre fratelli di Prato Sesia, Francesco, Claudio e Isaia Guglielmetti, mentre in campo femminile ha fatto un notevole salto di qualità la borgomanerese Giada Licandro.
Adesso i mesi invernali durante i quali gli stakanovisti non staranno a guardare cercando invece il necessario ritocco al loro “motore”. Come già detto e scritto, è pronta l’edizione numero 35 dell’Ammazzinverno, kermesse ideata dal Gruppo Sportivo Paruzzaro, che presenta anche quest’anno 19 corse su tracciati prevalentemente campestri di 7 km con partenza alle 9,30. Sono previste classifiche di gruppo assegnando un punto ai primi 250 uomini e alle prime 70 donne. L’ultima prova alla frazione Santa Croce di Borgomanero il 23 febbraio.
A Vaprio d’Agogna è intanto calato il sipario sulla Gamba d’oro. Al via, incuranti della pioggia, si sono presentati in 380 il più veloce dei quali è stato Ennio Frassetti precedendo Cristian Mattachini e Micael Cagnacci; poi nell’ordine Nicola Vailani, Simone Bianco, Fabio Di Centa (cugino di Manuela, ex campionessa di sci), Luca Granfo, Daniele Mainardi, Ivan Trani e Mario Pastore. Nomi noti anche in campo femminile dove hanno acciuffato la top five Sara Filiberti, Monica Moia, Loredana Ferrara, Mara Della Vecchia e Silvia Signini, seguite da Raffaella Leonardi, Elena Temporelli, Maria Muraro, Simonetta Montis e Stefania Usan.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina