Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 12, 2018 Comunicato Betti’s Grup Run 1252volte

Parabiago (MI) – 7^ Parabiago Run

Partenza parabiago Run 2018 Partenza parabiago Run 2018 Foto di Arturo Barbieri

Giove pluvio si è scatenato ma alla Parabiago Run nessuno è mancato!
Anche quest’anno in mille hanno sfidato il tempo davvero inclemente partecipando alla 7^ edizione della ormai rodata Parabiago Run, stracittadina di 10 km su un anello di 5 km che prevede anche un passaggio nel Parco del Roccolo.
Tanti atleti competitivi, ma altrettanti non competitivi, parabiaghesi e non, che si sono cimentati su un percorso quest’anno un po’ appesantito dalla pioggia, ma sempre veloce con i suoi passaggi in pista all’intergiro e all’arrivo.
Taglia il traguardo per primo e in solitaria, il giovane David Nikolli (Atl. Cento Torri Pavia) con il tempo di 31’56”, ormai di casa visto che è stato anche il vincitore della scorsa edizione e che ha già promesso la partecipazione all’edizione 2019! Volata per il secondo posto tra Manuel Molteni (G.S. Villa Guardia) e Roberto Dimiccoli (U.S. San Maurizio) che vede prevalere Molteni di soli 5” con il tempo di 32’48”.
Tra le donne, ottima prestazione di Federica Poletti (G.S. Fulgor Prato Sesia) che chiude al primo posto con 38'40" e che si aggiudica il premio dedicato alla memoria dell’amica Stefy Boniforti, atleta del Betti’s Grup cui quest’anno è stata dedicata la gara.
Secondo posto per Nives Carrobbio (Atletica Paratico) in 39’21” seguita da Simona Morelli (U.S. Sangiorgese) in 40’16”.
Solita, ma mai scontata, l’organizzazione Betti’s Grup: più di 100 persone coinvolte tra personale dislocato sul circuito e in servizio nella tenso-struttura.
 
Betti’s Grup vuole anche esprimere un sentito ringraziamento all'amministrazione comunale di Parabiago, presente anche in sede di premiazioni con l’assessore Diego Scalvini.
Grazie a tutti e arrivederci al 2019!

3 commenti

  • Link al commento Maurizio Lorenzini Martedì, 13 Marzo 2018 15:52 inviato da Maurizio Lorenzini

    Ho corso varie volte la Parabiago Run, con la pioggia e col sereno. Effettivamente se piove , o se ha piovuto, quel tratto non è bello. Allora dico a quelli del Betti's Grup, avete fatto un grosso sforzo, anche economico, per far certificare il percorso (davvero poche le 10 k lunghe…10 k) , non si riesce proprio ad evitarlo? La gara è bene organizzata ed apprezzata, lo dimostrano i numeri dei classificati, che nonostante tutto hanno tenuto (431 contro 453 nel 2017). Facile pensare che ci abbiano già provato, magari non è fattibile, ma riuscendo nell’intento la gara potrebbe fare un bel salto di qualità.

    Rapporto
  • Link al commento Rodolfo Lollini Martedì, 13 Marzo 2018 09:41 inviato da Rodolfo Lollini

    Complimenti per la manifestazione, premesso che ho già partecipato a questa gara ma non all'edizione di domenica, sul tratto col fango ho una mia idea.
    O si corre un cross di pochi chilometri (magari in chiodate) ed allora va bene tutto, ma inserire (due volte) tratti del genere non è invitante se poi ti devi portare in giro per il resto della gara attaccato alle scarpe e calze molta acqua e fango

    Rapporto
  • Link al commento Martedì, 13 Marzo 2018 07:29 inviato da Enzo Civiltà

    Ben organizzata unico neo il tratto di sterrato

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina