Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 08, 2019 747volte

La 17^ Xiamen Marathon parla solo etiope

Il vincitore Dejene Debela Il vincitore Dejene Debela Foto Organizzatori/IAAF

6 gennaio – Il 2019 delle grandi maratone internazionali è partito nel giorno dell’Epifania con la cinese Xiamen Marathon, evento IAAF Gold Label road race, corsa sotto un cielo nuvoloso e con temperatura freddina. 

La manifestazione ha registrato il dominio dell’Etiopia, che ha piazzato i primi tre arrivati sia in campo maschile che femminile per il secondo anno consecutivo. 

Tra gli uomini, il ventiquattrenne Dejene Debela ha bissato il successo del 2018  affermandosi in 2:09:26, primo uomo a far doppietta in questa manifestazione,  migliorando il crono di quasi due minuti rispetto a dodici mesi fa (il suo pb è tuttavia di 2:07:10, ottenuto a Dubai nel 2017). 

Sin dall’inizio si è portato in testa un gruppo di sei atleti, seguiti da altri sette maratoneti. 

Il passaggio al 15° km è avvenuto in 44:49, a soli 4” da quanto realizzato dal keniano Moses Mosop nel 2015 quando stabilì il record della corsa in 2.06:15; si veniva così alimentando la speranza di un nuovo primato.  Speranza però presto svanita perché il gruppo di testa, già ridotto a cinque atleti (gli etiopi Debela e Birmani Nebebew e il trio keniano composto da Eliud Kiptanui, Asbel Kipsang e Gilbert Masai) ha progressivamente rallentato il ritmo, passando al 25° km in 1:15:50, dove Kipsang si è addirittura ritirato. Al 29° km circa, l’aggancio tra gruppo di testa ed inseguitori, ma al 37° è di nuovo un gruppetto di cinque atleti a condurre la gara, tutti etiopi: Debela, Nebebew, Afewerk Mesfin, Belachew Alemayehu e Chele Dechasa.

I cinque si controllano a vista e proseguono uniti fino all’ultimo chilometro, quando prima Alemayehu e poi Dechasa sono costretti a staccarsi, lasciando agli altri tre fuggitivi il podio.

L’azione decisa di Debela lo conduce alla vittoria, con Mesfin secondo in 2:09:28 (pb) e Nebebew terzo in 2:09:36 (pb). Quarto Dechasa in 2:09:43, quinto Alemayehu in 2:09:52.  Primo cinese Li Zicheng in 2:15:04. 

“Buono il percorso, buono il tempo, mi piace correre in Cina”, le parole di Debela, invincibile da queste parti, considerando i due successi a Xiamen e quello di Pechino in 2:12:08 lo scorso settembre.

Tra le donne successo per la 21enne Medina Deme Armino in 2:27:25, che ha migliorato il personale di quasi due minuti.

La gara ha visto subito staccarsi un terzo di atlete al comando: le etiopi Deme Armino e Shasho Insermu e la 26enne keniana Milliam Ebongon, con passaggi al 10° km in 33:34 e al 20° in 1:07:29.

Circa al passaggio della mezza, si è registrato il ritiro della keniana, che ha lasciato campo libero alle due connazionali etiopi che hanno proseguito insieme, fino al 41° km, quando la favorita Insermu (pb di 2:23:28), ha provato a staccare la compagna di fuga.

Ma Deme Armino ha reagito e, anzi, quando mancavano circa 700 metri al traguardo, è partita decisa lasciandosi dietro Insermu, che ha concluso seconda in 2:27:42; terza Fantu Ericha Jimma in 2:29:55, come 12 mesi fa.  Quarta la prima cinese, He Yinli, in 2:33:26.

Per l’Etiopia è il decimo successo femminile di fila a Xiamen.

36.826 gli atleti partecipanti.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina