Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 08, 2018 Comitato Organizzatore 812volte

Il 15 luglio apre in Val Seriana l’Alta Via delle Grazie

La rete dei percorsi La rete dei percorsi Comitato organizzatore - R. Mandelli

Domenica 15 luglio nascerà  il primo Cammino devozionale in provincia di Bergamo, ideato per collegare 17 Santuari e numerose chiese mariane sul territorio, con una delle tappe più affascinanti del percorso, da Castione a Sovere: 22 km di Cammino con partenza alle ore 9:00 dalla
Chiesa parrocchiale di Castione della Presolana, per iniziare a conoscere questa nuova opportunità di turismo lento e sostenibile in Regione Lombardia.

Val Seriana - Strada da Valbondione a Piario

Il Cammino dell’Alta Via delle Grazie sarà collegato in rete con altri due Cammini lombardi della medesima natura: il Cammino di Sant'Agostino, che già collega a piedi 50 Santuari mariani in sette Province della Regione, e la Rosa Rampicante, che dal 2017 unisce a piedi ulteriori 18 Santuari mariani del Lario lecchese e della Valtellina, sino a Tirano e Bormio. Entrambi i Cammini hanno la città di Pavia (ove le reliquie di Sant'Agostino sono custodite) quale meta finale: da Pavia transita infatti la Via Francigena, e tramite il contiguo Cammino della Via Postumia è eventualmente possibile proseguire sino a Santiago di Compostela.
Il collegamento dell’Alta Via delle Grazie con questi due esistenti Cammini avviene passando per il Santuario di Caravaggio, da qui risalendo verso Bergamo lungo i sentieri nel parco del Serio. L’esistenza di numerosi altri Santuari mariani in Lombardia prefigura peraltro che nuovi Cammini con analoga natura devozionale possano collegarsi in futuro alla rete oggi operativa.
Il Cammino dell’Alta Via delle Grazie, lungo 315 km per 12 giorni di marcia, provvisto di propria credenziale (il cosiddetto “passaporto” del pellegrino), conduce da Bergamo ai luoghi più suggestivi della valle Seriana e dell'Alto Sebino, con numerosissimi luoghi da scoprire e valorizzare: santuari, chiese, sentieri, natura, arte, cucina e ospitalità low cost nel magnifico teatro naturale del fiume Serio e del lago d’Iseo. Sviluppata in massima parte sui sentieri delle Prealpi Orobiche e già dotata di una rete di ospitalità pellegrina simile a quella del Cammino di Compostela, l'Alta Via delle Grazie per collocazione geografica e pregio artistico, culturale e ambientale dei luoghi (nonché per la favorevole vicinanza dell'aeroporto di Orio al Serio) si candida a diventare una delle mete lombarde più frequentate nell'ambito dei Cammini devozionali europei.
La sera precedente all’inaugurazione - sabato 14 luglio - sarà degnamente valorizzato lo storico convento Cappuccino di Sovere, in via di completo recupero e che si prepara a diventare una delle più complete risorse di ospitalità in questo nuovo Cammino lombardo.

L'evento inaugurale, per la sua rilevanza nell'ottica dello sviluppo del turismo lento, ha ricevuto il Patrocinio della Presidenza di Regione Lombardia.
La partecipazione è aperta a tutti coloro che abbiano quel minimo di fiato e dimestichezza necessari nelle camminate lunghe, in primis a coloro che – avendo già fatto l’esperienza del Cammino di Santiago o della Francigena – intendano scoprire questa nuovissima risorsa di Cammino lento che sta per nascere in Lombardia.

[Ma anche ai podisti che, eventualmente trascinati dalle foto di Roberto Mandelli per la "Mezza sotto le Orobie", volessero ritrovare con più calma gli stessi luoghi, ndr]
 

Per informazioni: tel. 348.4527583

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.facebook.com/altaviadellegrazie


Associazione Culturale Cammino di Sant’Agostino

www.camminodiagostino.it

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina