Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 08, 2019 340volte

Miglio di Milano: sabato 19/10 festa al Castello Sforzesco

Miglio di Milano: sabato 19/10 festa al Castello Sforzesco Foto: R.Lollini

Spesso le conferenze stampa sono momenti un po’ noiosi ed invece lunedì 7 Ottobre la presentazione del Miglio di Milano è stata piacevole quanto interessante. Padrona di casa a Palazzo Marino, nella sala Brigida, non poteva che essere l’Assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita, Roberta Guaineri. Grande sportiva a cui è stato consegnato il pettorale numero 1609, la lunghezza in metri di un miglio e che ha ribadito l’interesse dell’amministrazione per questi avvenimenti che mescolano cultura, sport, solidarietà alla bellezza del semplice stare insieme. Non a caso il motto della manifestazione, ben in vista sulle magliette commemorative è RUN.LIVE.SMILE con il simpatico gioco di parole e colori tra smile ovvero sorridere e mile, miglio.

Il moderatore Luca della Porta ha poi lasciato al parola agli organizzatori della Havas ed in particolare a Federico Fantini che ha descritto come si svilupperà il pomeriggio del 19/10 prossimo venturo. Si correrà su di un tracciato che partendo dall’Arco della Pace e toccando il Parco Sempione, terminerà in Piazza Castello. Ci saranno batterie destinate alle corse con i cani (DOGSMILE), sfide tra università, come nella tradizione anglosassone su questa distanza. Sfide a staffetta tra famiglie con 3 o 4 elementi a passarsi il testimone (FA-MIGLIO). Gare tra colleghi di azienda per non dimenticare l’aspetto corporate. Si passerà poi ad altre manche per non competitivi in un crescendo rossiniano che porterà ai migliori atleti master italiani, vincitori delle varie categorie del Club del Miglio a sfidarsi fra loro in una gara passerella, a preludio della premiazione del circuito sul palco davanti al Castello Sforzesco.

Gran finale con una manche elite, per la quale i nominativi sono ancora top-secret. Camillo Franchi Scarselli di Atleticom, patron del Miglio di Roma e responsabile dell’ingaggio dei top runner, non si è voluto sbilanciare. I mondiali a Doha erano terminati solo da un giorno. Più loquace nel descrivere il miglio romano, gemellato con Milano e che da quattro anni si disputa sulla velocissima via del Corso che guarda caso è lunga proprio 1609 metri. La corsa capitolina che ripercorre un’antica tradizione cominciata nel 1472 e durata quattro secoli, è attualmente il miglio più veloce d’Europa grazie al tempo di 3’54”80 stabilito dal keniano Melly lo scorso 12 maggio.

Assente giustificato il presidente FIDAL Lombardia Gianni Mauri che non ha voluto far mancare un suo messaggio di plauso alla manifestazione.

Si è chiuso con l’ambassador della gara, quel Genny Di Napoli che ancora oggi è il primatista italiano e che è ritornato sui suoi record, sulle tante vittorie ed anche sulle sconfitte, ricordando le sue dodici esperienze al miglio di New York dove veniva pagato in contanti da tale Donald Trump. Di Napoli preparerà la gara insieme ad un gruppo di ragazzini, riscaldandosi con loro e correndo con loro una batteria. Partendo per ultimo e cercando di raggiungere tutti i partecipanti.

Chiudiamo sottolineando che per ogni iscrizione, 2 euro saranno donati alla ONLUS Fondazione Francesca Rava a sostegno del loro ospedale pediatrico ad Haiti dove assistono migliaia e migliaia di bambini. Il loro stand sarà presente nel villaggio così come quello dell’associazione ADES, Diabete e Solidarietà dove sarà possibile effettuare gratuitamente uno screening e un controllo glicemico. Verifica più che mai opportuna se si pensa che in Italia circa un milione di persone è malata di diabete senza saperlo.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina