Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

E' ripartita la Gamba d'oro. Il via da Marano Ticino alle 9,30, ma da domenica 11 marzo, a Fontaneto, si anticipa alle 9. E' l'edizione numero 43 di una rassegna che ha fatto il suo esordio il 14 marzo 1976 a Cavallirio. Primo presidente Gianfranco Zaninetta di Invorio per 4 stagioni, poi Sergio Maroni di Montrigiasco nelle 6 successive. Due i fuoriclasse di allora: il varesino Virginio Boin e la borgomanerese Katia Taraborelli, vincitori di centinaia di corse tra le oltre duemila inserite in calendari sempre più ricchi. La Gamba d'oro ha fatto tappa un po' dappertutto ottenendo un successo crescente grazie all'oculatezza dei suoi appassionati dirigenti che si sono sempre battuti per tenere i prezzi bassi: anche quest'anno con soli 2 euro si può partecipare a corse di 10 km ed oltre, usufruendo anche di abbondanti ristori.
Grande lavoro per il direttivo composto da una decina di infaticabili: da Giovanni Ventriglia ad Antonio Folliero, da Sergio Cantarella a Debora Taraboreli, proseguendo con Mario Paris, Silvano Origgi, Amedeo Vesco, Caterina Morabito, Giovanni Gramoni e Michele Abbinante.
 
* Nel segno dei Guglielmetti. Una cinquina di big subito all'assalto della prima tappa della Gamba d'oro con partenza e arrivo a Marano Ticino, lo stesso paese dove solo 7 giorni prima si era concluso un brillantissimo Ammazzinverno. I soliti noti a contendersi il podio: i fratelli Claudio e Francesco Guglielmetti di Prato Sesia, entrambi in forza al team Fulgor di Renzo Brugo, classificati nell'ordine; buon terzo Andrea Medina, il podista che suona la chitarra, cureggese, ora residente a Comignago; mentre hanno completato la top five Paolo Giromini di Gargallo e Luca Raineri di Cameri. I partecipanti sono stati 530 tra i quali ben 84 donne. Prima fanciulla all'arrivo Alice Gattoni, maggiatese di Gattico, che ha ingaggiato l'impossibile duello con la veterana borgomanerese Gabriella Gallo. Quest'ultima, per chi non lo sapesse, si fregia già da qualche anno del titolo di "nonna jet" letteralmente volando per monti e per valli. Poi nell'ordine l'ucraina Sanda Opayets di Madonna del Sasso, Letizia Zucca e Annalisa Diaferia in versione "blonde". Le prime apparizioni giovanili hanno visto sugli scudi Fabio Carta e Simona Uccelli, Christopher Del Signore e Silvia Signini nelle rispettive categorie. Le altre tre corse Gamba d'oro di marzo si svolgeranno a Fontaneto d'Agogna domenica 11, a Cavallirio il 18 e a Montrigiasco di Arona il 25.

Pubblicato in Cronache

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina