Stampa questa pagina
Apr 25, 2018 Marco Fantozzi 1658volte

Bonelle (PT) – 44^ Maratonina del Partigiano

Il podio maschile Il podio maschile Foto Giovanni Fedi

Organizzata dalla Polisportiva Bonelle, con l'aiuto del circolo Arci e con il contributo degli abitanti di Bonelle, dell’ANPI e della UISP di Pistoia, si è svolta stamani la 44^ edizione della Maratonina del Partigiano, in una bellissima giornata di primavera. 

Due le distanze, 13 chilometri - competitiva e non – e la 6 chilometri ludico sportiva di Km 6: il percorso sale sul ponte di Bonelle, per girare sulla destra verso Ramini – interamente immerso nella natura; poi si raggiunge la località Montechiaro, dove vi è il cippo intitolato al Partigiano Silvano Fedi (la gara viene fatta in suo onore, ma anche di tutti i partigiani, i quali sono morti per dare a tutti noi la libertà). 

Nel programma è inserita anche una gara riservata alle categorie giovanili. 

Già alle 7.30 il tavolo delle iscrizioni vien preso d'assalto dai vari atleti: stare alla segreteria di una gara - tra esaminare i certificati, le tessere, determinare le categorie e i vari costi d'iscrizione - diventa un vero e proprio lavoro dove devi stare molto attento, ma non basta! Mentre sei al tavolo delle iscrizioni devi informare i partecipanti di riempire il cartellino, devi indicare dove ritirare il premio, ecc., sembra una cosa semplice ma quando ti arriva tanta gente gestirla è un bell'impegno. 

Alle ore 9 prendono il via i 750 partecipanti, gli atleti salgono il ponte di Bonelle colorando la strada dei vari colori delle maglie. 

Verso le 9.08 vien dato il via alla prima serie dei bambini, per i piccolini il tracciato è di 500/600 metri, in un batter d'occhio sono tutti al traguardo, tutti premiati. 

Alle 9.12 circa vien dato il via ai ragazzi più grandi, per loro un giro di circa 800/900 metri e il premio per tutti. 

Alle 9.30 con i ragazzi oramai tutti premiati, ci si accinge ad aspettare gli arrivi della gara competitiva. Alle 9.43 del mio orologio ecco il vincitore. 

Via, via arrivano i concorrenti delle diverse categorie. 

Alla fine a tutti i partecipanti, oltre il premio di partecipazione, è consegnata una piantina. 

Quest'anno, alle società prime in classifica, invece delle “solite” coppe, è stata donata una copia del libro storico “Storie di Resistenza a Pistoia”, scritto da Roberto Aiardi e Ilic Aiardi, dove sono riportate anche le gesta del Partigiano Silvano Fedi.

Alla fine della gara vedere i tanti partecipanti soddisfatti dà piacere anche a chi organizza. Spero e mi auguro che il tutto sia stato di gradimento agli intervenuti.

Noi dell'organizzazione ce l'abbiamo messa tutta per riuscire a far divertire e passare un’ottima mattinata a tutti gli intervenuti. Grazie a chi ha dato una mano e a chi ha partecipato a tale manifestazione. 

P.s. dedicato al'istituzione ANCI: le varie manifestazioni come sagre, feste paesane, corse podistiche, ciclistiche, ecc., ecc, sono tutti eventi che vengono svolti da volontari che, oltre a dare il proprio contributo gratuito per far riuscire l'evento, lo fanno per fare socializzazione e per far conoscere il proprio territori, cose che ogni comune dovrebbe avere piacere di sostenere e far sviluppare. L'ANCI, adottando normative che rendono molto più difficile e molto più costoso fare ogni evento, rischiano di far morire le varie manifestazioni. I comuni dovrebbero aiutare gli organizzatori, evitando di rendere l'organizzazione delle manifestazioni una cosa quasi impossibile da fare! 

N.d.r.: La gara è stata vinta da Juri Picchi (Atletica Vinci) in 46’13” su Andrea Cavallini (Gp Parco Apuane), secondo in 46’23”, e Simone Gammennoni (Pod. La Stanca), terzo in 46’52”. Tra le donne successo di Damiana Lupi (Atletica Vinci) in 53’25” su Marina Ratto (Montecatini Marathon), seconda in 54’12”, e Stefania Bargiacchi (Silvano Fedi Pistoia), terza in 55’53”. Tra le società vittoria della Silvano Fedi (78) su Podistica Pratese e Podistica La Stanca.