Stampa questa pagina
Dic 03, 2018 1652volte

Sorrento-Positano 54km e Panoramica 27km

Sorrento-Positano 54km e Panoramica 27km Foto: http://www.corrieredellosport.it

Scenario molto suggestivo per le due gare che domenica scorsa si sono svolte attraversando Sorrento, Sant’Agnello, Massa Lubrense, Sant’Agata sui due Golfi e Positano. Parliamo appunto della Ultra Marathon di 54km e della Panoramica da 27km che prevedevano due traguardi volanti con relative classifiche. Il Gran Premio Nastro Verde sulla distanza dei 21,097 km ed il Trofeo della Costiera sulla distanza dei 50 km. Il meteo quest’anno è stato clemente permettendo a tutti i runner di correre all’asciutto, godendosi la gara e gli scenari marini, ma anche montani.

Venendo alla cronaca, sulla distanza più lunga vince il favorito, Carmine Buccilli (Atl. Santa Marinella) che fa subito il vuoto, chiudendo i 3h18’28” ed abbassando di 10 minuti il record della manifestazione. Secondo posto per Federico Borlenghi (Triathlon Cremona Stradivari) in 3h43’09. Terzo Maurizio Di Paolo (Passologico) con 3h54’03.

Al femminile si riconferma campionessa la finlandese Noora Katharina Honkala (Endurance Ultrarunning Team Finland). Anche per lei nuovo record della manifestazione e sesto posto assoluto in 4h01’01”. Argento per Teresa Mustica (Delta Spedizioni) con 4h33’01”, mentre terza per il Gruppo Sportivo Il Fiorino troviamo Chiara Angeli con 4h40’44”.

Nella Panoramica 27km successi di Mohamed Hajjy (Atl. Castenaso Celtic Druid) con 1h33’08”e Paola Di Tillo in 1h57’05”.

Circa 1200 gli atleti arrivati al traguardo, a cui bisogna aggiungere le numerose presenze nella Family Run&Friends da 2km dedicata alle famiglie e ai bambini. Grande soddisfazione per il Presidente di Asd Napoli Running Carlo Capalbo che ringrazia tutti i Sorrentini ed i volontari e da già appuntamento per la prossima edizione, prevista per  1° dicembre 2019.

Qui tutte le classifiche

1 commento

  • Link al commento Mercoledì, 05 Dicembre 2018 11:31 inviato da flavio zampedri

    L'organizzazione di questo evento è stata senza alcun dubbio all'altezza.
    Il tempo splendido e i panorami sono stati d'aiuto riuscendo,in parte,a non far pensare più di tanto alle difficoltà del percorso da affrontare.
    Solo un piccolo appunto,per chi come me viaggiava se non proprio nelle retrovie ma poco prima,è dovuto dalla parziale anticipata riapertura del traffico di veicoli,lungo la strada del ritorno verso il traguardo, che in parte ha costretto i partecipanti a prestare maggiore attenzione.
    Mi rendo conto che bloccare il traffico di una strada così frequentata,sia dai locali che dai turisti,la domenica mattina sia stato un impegno piuttosto gravoso (N.B. la settimana precedente correndo la Milano 21 half marathon ho comunque assistito alle ben note scene di intolleranza da parte di automobilisti lungo il tracciato della gara) .
    In conclusione il mio giudizio è sicuramente positivo e mi permetto di consigliare la partecipazione a questa bella gara che sicuramente merita di diventare quanto prima tra le più belle corse italiane