Stampa questa pagina
Mag 05, 2019 Vittorio Camacci 630volte

Marino del Tronto (AP) - 4^ Marino Run

La partenza La partenza Foto Camacci

5 Maggio - In una mattinata uggiosa, decisamente fuori stagione, ma fortunatamente risparmiata dalla pioggia, è stato piacevole raggiungere l'estrema zona ad est di Ascoli Piceno, visitando l' abitato di Marino del Tronto tra verdi colline e una zona industriale, a sud del fiume Tronto, piccolo paese dal passato agricolo ora completamente circondato da attività produttive e centri commerciali, noto anche per ospitare nel suo territorio un "famoso" Supercarcere.

Qui si è svolta la quarta edizione della Marino Run, un urban trail di 10 chilometri a circuito tra le strade del borgo ed in mezzo alla campagna che circonda il paese, compreso il giro completo delle mura del Supercarcere.

Curata da appassionati locali dell' ASD Sport e Vita con il contributo del locale Comitato Festa e dell' Assemblea Legislativa della Regione Marche, la gara si è rivelata piacevolmente godevole, con repentini cambi di direzione ed il susseguirsi di variazioni di pendenza, in cui bisognava destreggiarsi tra diversi tipi di appoggio: asfalto, brecciato, sterrato e prato.

La competizione, a cui hanno aderito circa 150 atleti, è stata animata dalla fuga del professorino offidano Mauro Marselletti, che ha tenuto sempre ben salde le redini della competizione per poi chiudere a braccia alzate  in 35'39" davanti al rumeno Anghel Ion (37'13") ed al giovanissimo e promettente 17enne locale  Fabio Sirocchi (37'15").

Tra le tante donne presenti alla gara si è imposta con facilità l'appassionata infermiera, tesserata con la società organizzatrice, Alessandra Luzi (43'18") davanti alla graziosa commessa teramana Chiara Angelini (44'34") ed all'impiegata folignanese Mariele Costantini (46'33").

Infine, dopo la doccia nei locali di una piccola palestra, mentre sul podio si alternavano le premiazioni, veniva servito un ottimo rinfresco con varie specialità locali: panini, torte salate, dolci, bruschette, frutta e dell'ottima birra.