Stampa questa pagina
Ago 29, 2019 padre Pasquale Castrilli 573volte

La Diagonale in arrivo a Genova

La squadra in partenza La squadra in partenza Jenny Di Dio

E' in dirittura d’arrivo La Diagonale d’Italia, la staffetta più lunga del Paese. Partita da Marsala alle 4 di mattino del 18 agosto, la staffetta arriva a Genova sabato 31 agosto nel primo pomeriggio. Una scoperta dell’Italia migliore, del “DNA italiano”, dice Armando Cosentino, ideatore de La Diagonale giunta quest’anno alla terza edizione. In molti tratti del percorso Armando ha accompagnato in bicicletta i podisti di turno e arriverà a Genova con circa 600 km pedalati. Tanti (davvero tanti) sono stati i runners che hanno portato il testimone in una corsa non-stop giorno e notte, che ha attraversato tutte le regioni d’Italia a cominciare dal prologo in Sardegna. Ne avevamo parlato su podisti.net il 14 giugno: www.podisti.net/index.php/notizie/item/4213-ad-agosto-la-diagonale-d-italia-per-dare-gambe-a-chi-non-le-ha.html

aggiornando poi il 20 agosto.

Due i motivi di questa staffetta: anzitutto la gioia di correre, di radunare in qualche modo il popolo dei podisti amatori della Penisola dando una finalità sociale alla quale tanti hanno aderito. Ed è proprio questo il secondo motivo di questa singolare staffetta: una raccolta fondi tramite donazioni per la costruzione di protesi, dare la possibilità ad altri di camminare e correre.

I fondi saranno utilizzati infatti dall’ingegner Daniele Bonacina che si occupa della realizzazione di protesi per persone che non hanno gambe. Fabio, Davide, Roberto, Tommaso e due giovani, uno africano e uno cambogiano, avranno le protesi giuste per correre proprio grazie ai fondi raccolti nei quindici giorni della staffetta (e che ancora si raccoglieranno) attraverso la pagina Facebook de La Diagonale. L’iniziativa ha distribuito aiuti anche in Sardegna per l’addestramento di cani-guida di ausilio a persone non vedenti. 

Numerose le amministrazioni comunali che hanno dato il benvenuto alla carovana composta da due camper e nove podisti del Team ufficiale. Anche alcuni sindaci, come a Treviso e Pordenone, hanno voluto correre alcuni chilometri per sostenere l’iniziativa. Giornali, TV e radio locali hanno riportato la notizia del passaggio della staffetta. La pagina Facebook de La Diagonale contiene decine di video realizzati sul percorso in particolare nei punti dove è avvenuto il cambio di testimone.