Stampa questa pagina
Dic 08, 2019 1074volte

Lisbona - Europei di cross, oro Battocletti, bronzo Crippa

Nadia Battocletti vittoriosa a Tilbug 2018 Nadia Battocletti vittoriosa a Tilbug 2018 Ladige

Spettacolare riconferma di Nadia Battocletti ai vertici europei nella categoria Under 20, ottimo il terzo posto di Yeman Crippa.

Prima gara degli europei di cross a Lisbona e prima grande soddisfazione per l’atleta trentina; si dice che riconfermarsi è sempre difficile e così probabilmente è stato, la competizione con le avversarie è divenuta un’autentica battaglia. Gara di selezione, prima restano in cinque, poi due ed infine, sulla salita finale che conduce al traguardo, la Battocletti piazza l’allungo decisivo, vincendo col tempo di 13:58 (sulla distanza di km 4,225). Seconda la slovena Klara Lukan (14:01), terza l’atleta locale, la portoghese Mariana Machado (14:10).

Grazie al primo posto di Nadia Battocletti, unitamente al contributo delle altre atlete, l’Italia conquista la medaglia d’argento a squadre. Questo il dettaglio delle prestazioni: 13esimo posto Angela Mattevi, 15esimo Ludovica Cavalli, 32esima Anna Arnaudo, 42esima Giada Licandro, 49esima Laura Pellicoro.

Negli Under 20 maschile (distanza km 6,225) vince con facilità Jakob Ingebritsen, davanti al turco Ayetullah Aslanhan e l’irlandese Efrem Gidey. primo italiano Luca Alfieri (19°), seguito da Marco Zoldan (34°) e Marco Fontana (38°).

Sul podio anche l’Italia under 23 maschile, argento a squadre con la quinta posizione individuale di Yohanes Chiappinelli, la settima di Jacopo De Marchi, la 17esima di Sebastiano Parolini, seguiti da Riccardo Mugnosso (30°), Pasquale Selvarolo (31°) e Sergiy Polikarpenko (61°). Nella stessa categoria, buona la gara di Federica Zanne, classificata al 5° posto. Gara vinta nuovamente (era il campione uscente) dal francese Jimmy Grassier, secondo Elzan Bibic (Serbia), terzo lo spagnolo Abdessamed Oukhelfen.

Nella gara elite, davvero importante il podio conquistato da Yeman Crippa: nelle interviste pre gara aveva promesso battaglia e… battaglia ha dato durante i km 10,225 di un percorso piuttosto impegnativo. Sempre nelle prime posizioni durante tutta la gara cede solo nel finale, finendo a 22 secondi dall’oro, vinto dallo svedese, di origine eritrea, Robel Fsiha. Argento per il keniano (oggi turco) Aras Kya. Delude Filip Ingebritsen, solo 13esimo. Yeman Crippa finisce davanti anche al forte svizzero, Julien Wanders. Non benissimo gli altri italiani: Neka Crippa (42°), Michele Fontana (43°), Giuseppe Gerratana (46°), Said El Otmani (49°).

Nella gara senior femminile (km 8,225) le azzurre ottengono il 5° posto a squadre: 11esima Valeria Roffino, capitana azzurra che coglie il suo miglior piazzamento in carriera. Federica Sugamiele (12esima), all’esordio in nazionale assoluta. Rebecca Lonedo (33esima); Martina Merlo (41esima).