Stampa questa pagina
Nov 29, 2020 1263volte

New Dehli (IN) - Grandi crono alla mezza maratona

i vincitori: da sinistra Amdework Walalegn e Yalemzerf Yehualaw i vincitori: da sinistra Amdework Walalegn e Yalemzerf Yehualaw Foto RMandelli

29 novembre - Da qualche parte del mondo si corre, anche in India, nazione tutt’altro che immune dal covid; anzi, in termini di contagiosità occupa il primo posto al mondo. Diverso il discorso sulla mortalità, che pare risultare molto limitata, qualcuno sostiene perché la popolazione ha un’età media piuttosto bassa.

Comunque oggi si è corsa la mezza maratona di New Dehli, e anche molto forte; battuti entrambi i record della gara, maschile e femminile. La vincitrice Yalemzerf Yehualaw (Etiopia) ha chiuso al primo posto con l’eccezionale tempo di 1:04:46, a soli 15 secondi dal record del mondo di Ababel Yeshaneh. Notevole anche il tempo della seconda classificata, Ruth Chepngetich (1:05:06, Kenya) che realizza il nuovo personale e sesta prestazione all time. Terza proprio Ababel Yeshaneh (1:05:21, Etiopia). Il passaggio al km 10 è stato in 30:49.

Gara maschile di livello forse ancora più alto, con i primi tre atleti sotto i 59 minuti: primo posto in 58:53 per l’etiope Amdework Walalegn, secondo per il connazionale Andamlak Belihu, 58:54, terzo in 58:56 per l’ugandese Stephen Kissa. In totale sono 8 gli atleti sotto i 60 minuti, ma ormai correre sotto questa barriera fa e farà sempre meno notizia.

Il due volte campione del mondo sui 5.000 metri Muktar Edris (Londra 2017 e Doha 2019), al suo esordio sulla distanza stampa un fantastico 59:04: nonostante ciò è appena ai piedi del podio. Di certo questo fa pensare bene in prospettiva, se questo grande atleta decidesse di specializzarsi nella mezza maratona.   

La gara sostanzialmente la fa Belihu, vincitore delle ultime due edizioni: al km 15 erano ancora in 8 (passaggio ai 10 k in 27:50), quando l’etiope si incarica di fare selezione, perdendo solo in volata.  

Condizioni meteo ottimali, con temperatura di 12 gradi alla partenza, 14 all’arrivo. I primi tre uomini e le prime due donne hanno migliorato il proprio record personale.

Di questi tempi sono poche le gare che si corrono ma i livelli sono sempre più elevati, di certo aiuta il montepremi; nel caso di New Dehli erano di 27.000 dollari per la prima posizione, oltre ad un bonus record di altri 10.000.

Come spesso accade a queste gare di alto livello c’è un pezzo di Italia, nel caso la Demadonna Athletics, che al maschile ha fatto secondo, quarto posto e quinto posto (Leonard Barsoton, 59:10, a un solo secondo dal suo personale).

Buone notizie anche per l’India, Avinash Sable realizza il record nazionale col tempo di 1:00:30 (decimo posto).

 

 
What do you want to do ?
New mail