Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 19, 2022 892volte

Houston, record USA donne per D’Amato in maratona e Hall sulla mezza

Keira D’Amato taglia il traguardo Keira D’Amato taglia il traguardo Foto Facebook

37enne, maratoneta da quattro anni, Keira D'Amato ha corso e vinto domenica scorsa, 16 gennaio, la Chevron Marathon di Houston, nel Texas, in 2h19:12, stabilendo il nuovo record statunitense (precedente 2:19:36 di Deena Kastor-Drossin a Londra 2006), 22esima prestazione all-time sulla distanza, 44esima donna ad abbattere il muro delle due ore e venti minuti.

Grande gara della D’Amato, nata Carlstrom, che è  passata al 10km in 32:45, e alla prima mezza in 1:09:40 (dove è  giunta con una ventina di secondi di vantaggio sull'etiope Biruktayit Degefa Eshetu, poi ritirata), per correre la seconda parte in 1:08:32, realizzando un ottimo negative split, e chiudendo con quasi dieci minuti di distacco sulla seconda, la britannica Alice Wright che ha finito in 2:29:08, stesso tempo della terza, l’altra statunitense Maggie Montoya.

Particolare la storia atletica della neoprimatista statunitense, che aveva cominciato come mezzofondista nel 2004, per proseguire fino al 2009, prima di sparire per oltre 8 anni, dedicandosi al suo lavoro di agente immobiliare, che pratica ancora oggi. Nel 2017 il ritorno all’attività trasformandosi in maratoneta per perdere peso dopo i due parti, come da lei stessa dichiarato. Dopo la prima maratona chiusa in 3:14, i primi risultati rilevanti cominciano ad arrivare nel 2019 con la Berlin Marathon chiusa in 2:34:55 al 17° posto e nel 2020 la Marathon Project di Chandler in Arizona conclusa nell’ottimo 2:22:56, dietro la sola Sara Hall (2:20:32); con l’aggiunta della mezza di Houston chiusa in 1:10:01 e  il record nazionale sulle dieci miglia in 51:23 a Washington. Nel 2021, il quarto posto a Chicago in 2:28:22, ad un minuto sempre dalla Hall.

E proprio la 38enne Sara Hall ha realizzato, sempre a Houston, il record USA sulla mezza maratona in 1:07:15, migliorando di dieci secondi il precedente limite di Molly Huddle (stabilito ancora a Houston quattro anni fa), seconda alle spalle della keniana Vicoty Chepngeno che si è  imposta in 1:05:03 (PB migliorato di due minuti rispetto all’1:07:22 di due mesi fa a Philadelphia, undicesima miglior prestazione di sempre).

Nelle gare maschili vittoria del keniano James Ngandu in 2:11:03 in maratona e dell'etiope Milkesa Mengesha Tolosa in 1:00:24 nella mezza.

Classifiche:

Maratona - Uomini: 1° James Ngandu (Ken) 2:11:03; 2° Elisha Barno (Ken) 2:11:16; 3° Kenta Uchida (Giap) 2:11:19.
Donne: 1^ Keira D’Amato 2:19:12.

Mezza maratona - Uomini: 1° Tolosa Milkesa (Eti) 1:00:24; 2° John Korir (Ken) 1:00:27; 3° Wilfred Kimitei (Ken) 1:00:44.
Donne: 1^ Vicoty Chepngeno (Ken) 1:05:03; 2^ Sara Hall 1:07:15; 3^ Dominique Scott (Saf) 1:07:32.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina