Stampa questa pagina
Mar 12, 2018 Ufficio Stampa Evento 1684volte

Imperia - 11^ International Half Marathon

Il vincitore Rity Mohamed Il vincitore Rity Mohamed Foto Imperiapost

Pioggia e vento in questa domenica dell’11^ edizione dell’Imperia Half Marathon. Ed eroici gli oltre 400 partecipanti che, nonostante le avverse condizioni meteo, sono giunti a Imperia in massa, facendo registrare il record degli iscritti. Purtroppo il tracciato ha subito una leggera modifica in quanto non si è giunti fino a Diano Marina, ma si è fatto il giro di boa all’altezza della “Incompiuta” e poi altro giro attorno ai moli di Porto San Maurizio.

“Oggi veramente, tutto lo staff del Club Marathon Imperia è stato messo alla prova dalle difficili condizioni metereologiche. Nonostante ciò, siamo riusciti a portare a termine due gare internazionali – dichiara William Stua, general manager – e questo grazie allo sforzo di tutti i volontari della Protezione Civile e non, alla Polizia provinciale e municipale. Siamo veramente soddisfatti per come abbiamo portato a termine tutto l’evento. E ringraziamo molto tutti i runner che ci hanno dato fiducia, quest’anno addirittura in misura maggiore rispetto alle precedenti edizioni. Grazie a tutti!”

Sulla mezza maratona vittoria per l’italo - marocchino Rity Mohamed, che ha tagliato il traguardo in 1h13’28”. Alle sue spalle Carlo Cangiano (1h17’19”) e Davide Viale (1h17’32”).

Nella prova femminile dominio dell’italo - marocchina Meriyem Lamachi, che si è aggiudicata la gara rosa in 1h21’08’’. Enrica Meneghetti (1h33’51”) e Serena Guidi (1h34’29”) possono solo accontentarsi del secondo e terzo gradino del podio.

Sui 10km, al femminile vittoria in solitaria per l’azzurra di maratona, Emma Quaglia, che vince in 36’18”, davanti a Miriam Bazzicalupo (39’15”). Staccata e terza, Ambra Corolla (41’14”).

Nella prova maschile vince il portacolori delle Fiamme Oro, Pietro Riva (31’02”), su Luca Campanella, (34’04”) e Luca Olivero (34’22”).

Sicuramente un punto di forza di questo evento è stata anche la logistica della zona partenza/arrivo, presso il Palazzetto dello Sport, dove gli atleti hanno avuto la possibilità di usufruire delle docce calde, dei parcheggi.

“E già sin d’ora, – conclude Stua - preannuncio che, per l’edizione del 2019, altre sorprese ci saranno”. E se lo dice Stua c’è da crederci.