Stampa questa pagina
Set 14, 2018 Sebastiano Scuderi 2135volte

Altra squalifica: tocca alla Mulloni

Con questi non vi beccano all'antidoping Con questi non vi beccano all'antidoping L. Mandelli

Ancora una squalifica nel mondo del podismo, l’atleta F55 Giovanna Mulloni, al termine della Unesco City Marathon  del 25 marzo ad Aquileia, dove aveva vinto la sua categoria in 3h15’43”, è stata trovata positiva al Tibolone Metaboliti, un estrogeno molto usato dalle donne in menopausa.

La NADO Italia ha condannato l’atleta a un anno di squalifica (scadenza 24 marzo 2019), la cancellazione del risultato e il pagamento delle spese relative al procedimento pari a € 378.

La pena inflitta ha tenuto conto di diverse attenuanti: a) considerazione dell’assenza di colpa o negligenza grave (in questo caso la pena può andare dalla nota di biasimo a due anni), b) pronta ammissione della violazione da parte dell’atleta, con dimezzamento della pena prevista.

Ancora una volta va sottolineata l’impreparazione dei nostri podisti alla realtà del mondo agonistico, finché si corre per divertirsi con gli amici non ci sono problemi, ma quando si pretende di gareggiare a certi livelli bisogna conoscere le regole, o almeno chiedere lumi a chi possa o debba darli: il medico sociale, che ogni società ha l’obbligo di tesserare.