Stampa questa pagina
Apr 05, 2020 Raffaele Luciano 851volte

Foggia: i veri podisti non sono untori, ma si impegnano per gli altri

Il pettorale della gara virtuale Il pettorale della gara virtuale Foto Manfredonia Corre

In tempo di pandemia, a seguito delle restrizioni imposte dai vari decreti si è assistito ad una crescita spregiudicata dei praticanti della corsa. Nella stragrande maggioranza dei casi persone che non hanno mai fatto sport, e che con una interpretazione egoistica delle norme emergenziali hanno pensato di essere in vacanza e non in quarantena, scambiando la pandemia con la pantomima della pratica sportiva. Questo aumento repentino ha scatenato la caccia agli untori, è scattato nella mente della maggioranza dei cittadini l’equazione podista=portatore di contagio.

E’ doveroso precisarlo, per amore di cronaca e per rispetto di chi fa attività sportiva da un anno all’altro: i podisti veri rispettano le regole, come è giusto che sia hanno ridotto la loro attività, allenandosi “in prossimità della propria abitazione” come prevede la normativa vigente, o dedicandosi ad allenamenti in casa, sfruttando la tecnologia e beneficiando di tutorial, video e lezioni a distanza.

Non va trascurato l’impegno concreto dei podisti in questa emergenza, partendo dai tanti podisti medici, infermieri, Oss, cassieri, farmacisti, commessi, militari impegnati in prima linea in questa emergenza. A loro si affiancano diverse iniziative solidali per dare un aiuto concreto in questa situazione, dalla cucitura delle mascherine messe a disposizione dei volontari della Protezione Civile (Silvio Masanotti della Vieste Runners), la consegna della spesa per i condominii (Pasquale Gambacorta, Foggia Running), collette alimentari (Gargano 2000 Onlus, Running Club Torremaggiore, Manfredonia Corre e Gruppo Podistico Monte Sant’Angelo), senza dimenticare le collette di singoli e società alla Protezione Civile. E’ doveroso evidenziare l’impegno trainante della Manfredonia Corre nella raccolta fondi per l’ospedale di Manfredonia.
Anche in questo caso si fa di necessità virtù: non si può correre, si corre virtualmente, e cosi domenica 5 aprile è in programma la Re Manfredi Run – Edizione del Cuore organizzata dall’ASD Manfredonia Corre, mentre il 25 aprile il Gruppo Podistico Monte Sant’Angelo organizza “la Corsa della Solidarietà” si tratta di due raccolte fondi a sostegno di chi è in prima linea in questa emergenza. 

 

 

 
What do you want to do ?
New mail