Stampa questa pagina
Gen 31, 2021 717volte

Stefano Mei è il nuovo Presidente della FIDAL

Stefano Mei Stefano Mei Ph Roberto Mandelli

31 gennaio 2021. L'atletica italiana ha scelto la discontinuità, questa potrebbe essere la prima chiave di interpretazione del risultato elettorale odierno, dopo l'assemblea tenutasi presso la Fiera di Roma.

Stefano Mei è il nuovo presidente per il quadriennio 2021-2024. L’ex mezzofondista azzurro, campione d’Europa dei 10.000 metri a Stoccarda nel 1986, ha vinto al ballottaggio con 31.051 voti, superando Vincenzo Parrinello che ha totalizzato 26.917 voti. Vittoria al ballottaggio, dopo che nella prima fase il risultato diceva Parrinello 24.286 e Mei 21.563. Fabbricini invece aveva raccolto 13.410 preferenze.

“Spero di poter essere il presidente che unisce, datemi fiducia e riusciremo a portare l’atletica dove deve stare”, le prime parole di Mei dopo la proclamazione. Stefano Mei, spezzino, 57 anni, vanta un luminoso passato da atleta (42 presenze in azzurro), il cui vertice è senza dubbio rappresentato dal titolo europeo conquistato a Stoccarda 1986 (la gara della celebre tripletta tricolore Mei-Cova-Antibo); successivamente è stato consigliere federale (2001-2004 e 2008-2012), e quattro anni fa sfidante ufficiale di Alfio Giomi, presidente uscente, dopo otto anni alla guida dell’atletica italiana.

E ora è il momento di mantenere le promesse, di rispettare i programmi presentati; non sarà un compito facile, in particolare sotto l'aspetto economico. Mei ha inserito nel suo piano importanti risorse da destinarsi ad atleti del settore giovanile ed ai tecnici, dovrà essere bravo a individuarle, probabilmente anche grazie a tagli in attività meno significative. Vedremo anche come procederà concretamente con un suo cavallo di battaglia durante la campagna elettorale, la meritocrazia.

E dovrà essere davvero bravo anche perché si trova un consiglio piuttosto "diversificato", molti componenti erano della cordata Parrinello. Speriamo davvero prevalga il buon senso, per il bene dell'atletica. 

In ogni caso, buon lavoro presidente.

IL NUOVO CONSIGLIO FEDERALE (anche qui sono tanti i nomi nuovi):

Quota dirigenti: Sergio Baldo 24.581 voti, Grazia Maria Vanni 22.745, Oscar Campari 22.396, Anna Rita Balzani 21.958, Sandro Del Naia 21.615, Alessio Piscini 19.879, Gianfranco Lucchi 18.920, Carlo Cantales 18.186.

Quota atleti: Margherita Magnani 93, Simone Cairoli 72.

Quota tecnici: Domenico Di Molfetta 82, Elisabetta Artuso 61.

Confermato come presidente del Collegio revisori dei conti Angelo Guida (28.306).