×

Errore

required type
Stampa questa pagina
Mag 28, 2021 1200volte

Gregorio Zucchinali rappresentante europeo nella Associazione Ultrarunners mondiale

In azione alla maratona del Brembo 2007 In azione alla maratona del Brembo 2007 Roberto Mandelli

28 maggio - Sono ufficiali i risultati delle elezioni europee per il rappresentante del Vecchio Continente in seno alla IAU, International Association of Ultrarunners, cui è affiliata anche la Fidal, e che sovraintende a tutte le competizioni di lunghezza superiore alla maratona (tipicamente, le 100 km, le 6/12/24 ore e oltre).
Nel secondo round elettorale, una sorta di ballottaggio tra i candidati che avevano superato la prima selezione, il nostro carissimo Gregorio Zucchinali ha ottenuto la maggioranza assoluta dei "grandi elettori", 9 voti sui 17 espressi in tutto dai singoli rappresentanti nazionali, prevalendo nettamente sui due inglesi rimasti in lizza, Walter Hill e Norman Wilson.

La composizione dell’Executive Council IAU risulta ora così fatta (trascriviamo dal sito https://iau-ultramarathon.org/election-results-of-the-iau):

President: Nadeem Khan (Canada)

Vice-president: Robert Boyce (Australia)

General Secretary: Hilary Walker (Great Britain)

 

Executive Council Member/Directors:

 

Diana Amza (Romania)

Jacek Bedkowski (Poland)

Francisco Sánchez (Spain)

Hilmy Aboud Said (Comoros)

 

Area Representatives:

America: Fabian Campanini (Argentina)

Africa: Solomon Ogba (Nigeria)

Asia: Adiga Nagraj (India)

Europe: Gregorio Zucchinali (Italy) 

 

“Don” Gregorio (come familiarmente lo chiamavano gli amici delle prime corse, da Ciserano a Roncola di Treviolo) ha prontamente riconosciuto i meriti di chi gli è stato a fianco:

Un grazie alla Federazione di Atletica Leggera che ha creduto in me e mi ha candidato standomi vicino in questo Congresso Elettivo IAU dove sono stato eletto in rappresentanza dell'Area Europea. Un grazie alla IUTA, una grande Associazione di volontari ed amici di cui sono Presidente, ed un particolare grazie al mio gruppo sportivo, Bergamo Stars Atletica, che mi fa sentire di appartenere ad una famiglia sportiva ed anche al mio attuale gruppo non competitivo GM AVIS Curnasco. Ma grazie anche ad amici che mi hanno sempre accettato per quello che sono, e ai miei compaesani di Ciserano, il paese dove sono nato e risiedo, che quando mi vedono correre hanno per me sempre un saluto. Soprattutto, per ultimo ma non ultimo, un grazie alla mia famiglia che mi è vicina e mi fa sentire di essere destinatario di un sentimento importante. Eccomi qui per i prossimi 4 anni”. 

Davvero, quel ragazzo ne ha fatta di strada, dai tempi che ci si incontrava alle antiche maratone di Vigarano o di Cesano Boscone o di Ivrea, poi alla prima maratona di Milano (quando percorremmo vari chilometri con lui e col sodale Dinardo, “il veterinario” - che non voleva essere chiamato così – ivi compresa l’illustrazione turistica di tutti i luoghi storici attraversati, Lazzaretto manzoniano compreso); o ci si rivedeva alla maratona di Monaco, quando Govi tentava vanamente di ottenere l’iscrizione gratis alla 42 sul Brembo di Roncola o alla 6/12/24 ore del Delfino a Ciserano; o più tardi, nelle Ultramaratone, che Zucchinali patrocinava o dirigeva, non disdegnando di parteciparvi in scarpette (come ha fatto alla 6 ore della Birra 2019 dell’amico Vedilei, e ultimamente, seppur non per tutta la durata, alla 6 ore del Parco Nord di Milano-Sesto).
La galleria di foto che Roberto Mandelli ha messo insieme in poche ore (piccolo campionario di centinaia di immagini)

Gregorio Zucchinali

mostra come alla IAU non siederà un burocrate in camicia e cravatta, ma un podista vero, che sgomitava fianco a fianco del compagno di squadra Marco Menegardi o del sindaco di Seregno Giacinto Mariani, per esempio; uno Zucchinali non a caso scelto e ri-scelto senza nessun dubbio dalla comunità degli ultramaratoneti italiani (altrocché elezioni con un solo candidato, che sarebbero nulle secondo i vaniloqui di un bloggaro maldicente quanto incompetente!), e avallato nella sua ufficialità dalla nuova Fidal.

È lecito attendersi molto da lui.

1 commento

  • Link al commento Venerdì, 28 Maggio 2021 21:00 inviato da Gregorio Zucchinali

    grazie mille Prof, di te ho ancora splendidi ricordi di quando si discuteva di eventi storici locali correndo maratone. Come ho confermato ad un amico oggi, quello nella IAU sarà un cammino dei prossimi 4 anni assieme agli appassionati di ultra in Italia sempre più numerosi. A presto e beyond the marathon

    Rapporto