Stampa questa pagina
Set 11, 2021 padre Pasquale Castrilli 763volte

Messa per i maratoneti alla vigilia dell’appuntamento di Roma

L'abbraccio di piazza San Pietro e di Atletica Vaticana L'abbraccio di piazza San Pietro e di Atletica Vaticana R. Mandelli

Si rinnova la tradizione della celebrazione della messa alla vigilia, 18 settembre, dell’edizione della maratona di Roma (Run Rome - The Marathon) in programma domenica 19 settembre. La messa sarà celebrata dal cardinale Gianfranco Ravasi nella “chiesa degli artisti” (Santa Maria in Montesanto) a piazza del Popolo il giorno della vigilia, appunto sabato 18 alle ore 18. Un momento di preghiera, ma anche di incontro e incoraggiamento reciproco per i partecipanti alla maratona dell’indomani e per i loro accompagnatori. Il cardinale Ravasi, che presiederà la cerimonia, è il presidente del Pontificio consiglio della Cultura, l’ufficio vaticano che segue direttamente la pratica sportiva.

La celebrazione del 18 settembre è organizzata da Athletica Vaticana, l’associazione sportiva ufficiale della Santa Sede posta sotto l’egida del Dicastero guidato da Ravasi. L’invito è rivolto a tutti gli sportivi: amatori e professionisti, tecnici, dirigenti e familiari. Concelebreranno sacerdoti maratoneti di diverse nazionalità. Al termine della messa verrà impartita la “Benedizione degli sportivi” e sarà recitata la “Preghiera del maratoneta” tradotta in 37 lingue.

Nell’omelia alla messa per la maratona di Firenze nel novembre 2019, monsignor Sanchez de Toca del Pontificio consiglio della Cultura, citando il “sindaco santo” fiorentino Giorgio La Pira, proponeva ai presenti di vivere la corsa come elevazione spirituale e materiale insieme, per il Regno di Dio e non come esperienza narcisistica e autocelebrativa. Sono ormai numerose (specialmente nel Nord Europa) le celebrazioni organizzate prima di maratone importanti, come Berlino, Firenze, New York, Ratisbona (Regensburg), Valencia e Venezia.