Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 28, 2019 1122volte

Nuova via della seta: importiamo le squalifiche a vita per i furbetti!

Gli specchi d'acqua attorno ai quali si corre la maratona di Xuzhou Gli specchi d'acqua attorno ai quali si corre la maratona di Xuzhou Foto: www.worldsmarathons.com

State tranquilli: non vogliamo entrare anche noi nel dibattito circa l’opportunità o meno di aprire la nuova via della seta tra Cina ed Italia. Non che ci manchino le idee, ma certamente saremmo fuori tema disquisendone su queste colonne. Però dopo quanto avvenuto domenica scorsa alla Maratona Internazionale di Xuzhou, una proposta vorremmo lanciarla anche noi.

Cosa è successo durante la 42 chiometri che si è svolta in questa cittadina situata nella provincia orientale di Jiangsu? Nulla di trascendentale, salvo che una runner di cui conosciamo solo il soprannome, Meng, è stata colta in fallo, mentre pedalava su una bicicletta al posto di correre. Fermata da un funzionario, ha abbozzato, salvo poi risalire in bici poco distante e concludere tranquillamente la sua impresa nel non indimenticabile tempo di 5h38’26”.

Di furbi e furbetti però è pieno anche il bel paese, tra tagliatori, portatori sani di chip altrui ed anche praticanti di un biathlon sui generis, pedalando fino ad un certo punto e poi correndo in prossimità del traguardo. La differenza sta che qui Meng è stata sorpresa, poi controllata ed infine cancellata dalla classifica finale, ma non finisce qui. Per lei é in arrivo una squalifica a vita.

Noi non sappiamo come si svilupperà la vicenda politico commerciale della nuova via della seta. Cosa sapremo esportare in Cina e nemmeno cosa importeremo in più rispetto ad oggi. Di certo se adottassimo anche qui un metro più rigido di quello attuale nei confronti dei furbi che la fanno quasi sempre franca e quando vengono puniti se la cavano a buon mercato credo che sarebbe un’importazione di grande giovamento per la cultura sportiva nel nostro mondo della corsa.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina