Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 12, 2019 Simona Bacchi – Alessandro Mascia 517volte

Non si può mancare a Primiero!

Uno dei traguardi più belli Uno dei traguardi più belli Roberto Mandelli

6 luglio - E' difficile inserire in una categoria la Dolomiti Marathon perchè è sicuramente un trail, ma abbastanza semplice da poter essere fatto da tutti; e noi ne siamo la testimonianza. E' il terzo anno di seguito che scegliamo di partecipare a questa ecomaratona perchè è davvero uno dei percorsi più belli che abbiamo fatto.
Quest'anno era calendariata sabato 6 luglio, così siamo partiti con tutta calma il venerdì mattina, destinazione Fiera di Primiero, insieme ad un gruppo di amici iscritti alla 26 Km.
Il caldo e l'afa che abbiamo trovato all'arrivo erano in contrasto con il paesaggio di montagna davanti ai nostri occhi; per il giorno seguente erano previsti temporali nel pomeriggio, e anche se l'idea di correre sotto alla pioggia un po’ allettava, il ricordo degli ultimi temporali che hanno flagellato il modenese spaventava in egual misura.
Gli organizzatori, già da subito, hanno dato dimostrazione di saperci fare in quanto la distribuzione dei pettorali era stata prolungata fino alle ore 23 del venerdì sera, probabilmente per dare il tempo a chi aveva deciso di partire dopo la giornata lavorativa.

La mattina della gara, un imponente spiegamento di autobus lavorava alacremente e in modo ordinato per effettuare i trasferimenti dei podisti ai punti di partenza. La logistica di questa manifestazione è piuttosto complessa in quanto i percorsi sono 3 con partenze e orari differenti:

42 KM partenza ore 8.45 da Villa Welsperg in Val Canali
26 KM partenza ore 10.30 da San Martino di Castrozza
6,5 KM partenza 9.45 da Fiera di Primiero

Per tutti l'arrivo è sul corso principale della cittadina di Fiera di Primiero.

Il sole, per fortuna, è stato il protagonista della giornata sportiva, il terreno asciutto: quindi non sono servite le scarpe da trail.
A Villa Welsperg, un meraviglioso parco immerso nel verde, l'aria era frizzantina ma appena ci si esponeva in punti assolati, il caldo era già fastidioso anche di prima mattina: per buona sorte i tratti in ombra e dentro al bosco non sono mancati. Il percorso è un susseguirsi di scorci mozzafiato e le Pale di San Martino, sempre in vista, regalano emozioni uniche; il passaggio dal lago Calaita, con le mucche al pascolo, i turisti che si incontrano sui sentieri, l’attraversamento del centro di San Martino di Castrozza con i suoi negozietti tipici, il guado di qualche piccolo torrentello saltellando sui sassi, sono solo alcuni dei momenti piu caratteristici di questo incredibile tracciato.
La presenza dei soccorsi è continua, anche nei punti più impervi, ogni bivio è presidiato o segnalato in modo impeccabile e i ristori sono frequenti e ben forniti. La sensibilità per il rispetto della natura è sempre stata, anche negli scorsi anni, una prerogativa degli organizzatori, che alla fine di ogni ristoro pongono diversi contenitori per la raccolta differenziata di plastica e umido, e un addetto invita a non disperdere nulla per i boschi; nonostante questo però quest'anno abbiamo notato molte bustine di integratori e altra immondizia gettati sul percorso. Che peccato! Basta veramente poco per essere più civili.
Il percorso quest'anno è stato cambiato per qualche km verso la parte finale a causa degli eventi catastrofici dello scorso autunno che  hanno provocato la caduta di molti alberi, ancora oggi ben visibile al nostro passaggio: quindi abbiamo utilizzato un sentiero forestale alternativo per circumnavigare una zona ancora non bonificata. Dopo oltre 6 ore, siamo arrivati, stanchi e soddisfatti all'arrivo, dove ci aspettava la meritata medaglia intarsiata in un pezzetto di legno locale.
All'expò, dove erano già iniziate le premiazioni, veniva distribuita pasta con ragù e un'enorme fetta di formaggio tenero tipico della zona, e per chi la desiderava, una birra gigante e freschissima, tutto compreso nel prezzo della fatica!
Davvero una bella occasione per fare una bella corsa, organizzata bene in un luogo che merita di essere visitato.

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina