Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Giu 05, 2018 1289volte

Conversano (BA) - 24° Giro degli Archi

Rodolfo Guastamacchia verso la vittoria Rodolfo Guastamacchia verso la vittoria Foto Antonia Annoscia

Un gran caldo, accresciuto dal forte tasso di umidità, ha caratterizzato lo svolgimento della 24^ edizione del Giro degli Archi, tradizionale manifestazione podistica andata in scena sabato 2 giugno 2018 alle ore 19.00.

Niente pioggia, non come lo scorso anno, e la gara si è potuta sviluppare sull’autentico tracciato del Giro, da sempre ricco di saliscendi, di scalinate, di chianche scivolose, di archi, di gradini, di strettoie medioevali, tanto da definirlo un “urban trail”.

Percorso affascinante e faticoso, un tuffo nell’arte e nella bellezza di Conversano, centro a pochi chilometri da Bari famoso per le continue iniziative culturali, per le ciliegie e per bellezza del centro storico, a cominciare dal Castello e dalla Basilica.

Organizzazione Fidal a cura della US Giovani Atleti dell’ingegner Michele Paparella, anche se il vero e proprio deus ex machina è Ninni Cavallo, con la sua Asd Pugliavventura, da sempre al centro di una continua attività promozionale, sportiva e non, a favore di tutti i giovani e ragazzi del posto.

Ritrovo fissato in Piazza Castello, la cui zona è interdetta alla circolazione della auto: ottimo il consiglio sul regolamento della manifestazione di lasciare la propria vettura nella zona delle scuole liceali di Via Positano, non troppo distante e gratuito.

Rapida distribuzione di pettorali, chip e pacchi gara: l’iscrizione fissata in euro 5.00, regala una confezione di ciliegie ferrovia e un simpatico paio di occhiali da sole, ottimi per correre.

La struttura dei bagni, fissa, è in Piazza Garibaldi; presenti in zona alcune fontane per bagnarsi e bere, quanto mai utile dato il caldo.

E’ già partita, intanto, la gara non competitiva, la cosiddetta “Chiancata”, con in gara nonni e nipoti, giovani, bambini, anziani, donne, famiglie intere, tutti nel puro spirito sportivo.

E mentre loro corrono, gli atleti competitivi, dopo essersi cambiati e aver indossato i completini sociali, cominciano le tradizionali fasi del riscaldamento, cercando di prepararsi al meglio alla competizione. 347 gli iscritti Fidal, per questa manifestazione valevole come 3^ tappa del Trofeo provinciale “Terra di Bari”.

A presentare la manifestazione, almeno sino alla partenza, la cara voce di Paolo Liuzzi, che impegni familiari portano subito via, con microfono tra le mani di Ninni Cavallo, che se la cava anche piuttosto bene…

Partenza avvenuta in maniera corretta e precisa, gli atleti si lanciano da subito su questo percorso che mi confermeranno essere davvero tecnico, difficile, ma mai noioso, permettendo di non annoiarsi mai tra scenari pittoreschi e cambi di ritmo.

Un netto favorito in campo maschile, Guastamacchia, con Bianco possibile outsider; molto più difficile il pronostico al femminle, sarà un piacere scoprire chi vincerà.

Due giri di pari distanza, circa 5000 metri, compongono il percorso che porta gli atleti in piazza Castello e poi, di nuovo, in Corso Morea e quindi alla nostra vista e a quella del numeroso pubblico, interessato e piuttosto disciplinato, rispettoso dietro le transenne.

Molto bello il colpo d’occhio in piazza Castello, bandiere, bandierine e vele dell’organizzazione creano con i riflessi del sole uno scenario fantastico, accresciuta dalla bellezza dei luoghi…

Come da previsione, Guastamacchia conduce tra gli uomini, il distacco è già ampio, segue Rotolo e poi Bianco, via via tutti gli altri. Al femminile, ed è questa la risposta che aspettavamo, è in testa Dominga Mongelli, anche lei ha già dato un bel distacco alle avversarie.

Progressivamente passano tutti, è un lento divenire, con gli applausi del pubblico e i saluti dei conoscenti, ecco anche gli ultimissimi, mentre è inconfondibile la sirena della moto apripista che giù segnala l’arrivo del vincitore.

Per fortuna non si verificano sovrapposizioni, Rodolfo Guastamacchia (Atleticamente Modugno) va ad affermarsi in 35:20, allungando la sua serie di successi in carriera. Alle spalle del maestro Rodolfo, Gianpiero Bianco (Running Team D’Angela Sport Turi) chiude secondo, in rimonta, in 36:28, con l’ottimo Domenico Rotolo, conversanese tesserato per la Nadir on the road Putignano, terzo in 36:42.

Completato il podio, è Nicola Bellomo (Dynamyk Fitness Palo del Colle) a conquistarsi gli elogi, quarto in 37:17, a precedere l’emergente Domenico Squicciarini (Atletica Adelfia), quinto in 38:03. Molto bravo, Michele Tedone (Amici Strada del Tesoro Bari) è sesto in 38:12, con il giovane (ma corre da una vita!) Marco Triggiani (La Fenice Casamassima), che rivedo con piacere, settimo in 39:00. Sempre al vertice, Paolo Sgarra (Atl. Tommaso Assi Trani) è ottavo in 39:07, davanti al duo della Dof Amatori Turi, il burlone Giuseppe Calabrese, nono in 39:07, e il “tosto” Aldo Mariani, decimo in 39:20.

Felice, felicissima, braccia alzate al cielo, Dominga Mongelli (Atletica Adelfia) va (se la memoria non mi inganna) a conquistare il primo trionfo della sua carriera aggiudicandosi la gara rosa in 44:48. Applausi meritatissimi per questa ragazza che mette in ogni corsa tutta la grinta e tutto l’impegno, ancora complimenti! Secondo gradino del podio per Carmen Albani (Atletica Polignano), altra atleta sempre generosissima, in 46:23, con l’ottima Vincenza De Fazio (Road Running Molfetta), altro volto “nuovo”, terza in 46:35. Oramai valida scopritrice di talenti, Adriana Dammicco (Atletica Bitritto), sempre valida, è quarta in 47:00, a precedere la tenace Tiziana Lamacchia (La Pietra Modugno), quinta in 47:06, e la gagliarda Tiziana Sgherza (Barletta Sportiva), sesta in 47:19. Tra una sei ore e l’altra, una breve: Erica Delfine è settima in 48:13, davanti alla raffinata Margherita Sisto (Avis in Corsa Conversano), ottava in 49:44. Brava, Mathilde Marie Guillon Verne (Alberobello Running) è nona in 50:05, con la mai doma Domenica Ceglie (Bio Ambra New Age) a chiudere la top ten, decima in 51:36.

Una bottiglia d’acqua e una banana costituiscono il reintegratore naturale offerto dall’organizzazione per riprendere le forze; intanto proseguono gli arrivi, chi sprinta, chi bestemmia, chi lancia una dedica, chi bacia il figlio…

Attendiamo tutti gli arrivati, 323, con graduatoria completata dal trio Annalisa Orofino (Atleticamente – 1:19:12), Maria Cristina Marinelli (La Fenice – 1:19:13) e Pasquale “Squalo” Miraglino (Atleticamente – 1h19:14), accompagnati dal vincitore Guastamacchia, in un bel quadretto… societario!

Cominciano a scendere le prime ombre della sera, continua a percepirsi però il caldo – umido, le classifiche sono subito approntate grazie al lavoro del giudice Gratton e della società rilevatrice dei crono, per l’occasione rappresentata dal bravo Vito Candela.

Nell’anfiteatro della villa le premiazioni, il dj sul palco comincia un gioco a premi interattivo con i cellulari che coinvolge i giovanissimi, ma un po’ snerva gli atleti smaniosi di essere premiati e di tornare a casa.

L’esperienza di Ninno Cavallo fa sospendere il gioco e si parte con le premiazioni che riguardano dapprima i due vincitori, Guastamacchia e Mongelli, per passare ai primi tre di ciascuna categoria. Trofei e medaglie lasciano a tutti i meritevoli un ricordo incancellabile, premi in natura regalano qualcosa di concreto.

Gran gesto di Margherita Sisto che, da conversanese, lascia il suo premio a chi segue nella sua categoria, la simpaticissima Lucia Oliva; la buona sorte vuole che comunque Margherita sia premiata ottenendo il  premio come prima atleta locale. Premi speciali anche per il primo conversanese, Domenico Rotolo; una ridda di premi poi per la non competitiva, dal più giovane, al più grande ai più veloci…

Ultimo atto ufficiale il trofeo per le prime tre società per numero di arrivati: vince la Amici Strada del Tesoro su Atleticamente e Atletica Polignano.

E’ davvero finita, Conversano ritorna alla sue veste di passeggio e di vita serale tradizionale…

Francamente, confesso che ho gradito questa manifestazione che mi è sembrata ben organizzata, con il percorso chiuso al traffico, continuamente sorvegliato (andrebbe solo gestito meglio nelle fasi finali ii blocco al pubblico che ha invaso le strade incurante degli ultimi…), ben gestita, non esosa, che merita davvero i complimenti e la presenza per la 25^ edizione.      

2 commenti

  • Link al commento Mercoledì, 13 Giugno 2018 16:42 inviato da Giovanni cavallo

    Bel articolo davvero...Eugenium! Running Quiz è stato proposto proprio per dare una rivincita a chi è un podista amatoriale per sfidare la competenza dei migliori corridori.
    Evidentemente era più la voglia di tornare a casa che mettersi in gioco per 15 minuti.
    Ringrazio le oltre 250 persone divise in 80 team di aver partecipato al Quiz Show magistralmente condotto da Luigi Palma e offerto da Eugenium Quiz Romagna/Puglia
    Alla prossima gara corro anche io.

    Rapporto
  • Link al commento Mercoledì, 06 Giugno 2018 09:36 inviato da NINNI CAVALLO

    Ti ringrazio Roberto per il tuo puntuale impegno sia nel "bloccare" l'attimo in gara e rendere così attraente l'immagine che nel raccontare l'evento nella sua totalità.
    Speriamo di essere stati anche noi "protagonisti" nel non lasciare nulla al caso, abbiamo potuto finalmente avere gli spazi che il "Giro" merita, perchè in questo modo riusciamo a coinvolgere tutta la nostra città.
    Erano già 4 anni che non riuscivamo a far gareggiare nel centro storico e pur con oltre 180 assistenti sul percorso, come spesso succede, c'è l'invasione del pubblico sul circuito .........
    Grazie ancora Ninni Cavallo - vicepresidente U.S. Giovani Atleti Bari -

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina