Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Set 21, 2018 Stefano Severoni 717volte

Policoro (MT), 7^ “6 Days Umf”: tante cifre e persone...

Premiazione Premiazione Comitato Organizzatore

LA GARA Da sabato 10 a domenica 16 settembre 2018 si è svolta al Lido di Policoro la manifestazione giunta quest’anno alla 7^ edizione, organizzata dall’A.S.D. Transeo. Erano previste 7 gare: 6 giorni – 48 ore – 24 ore – 6 ore – 100 miglia – 100 km – 42,195 km (maratona).

PARTECIPAZIONI ATLETI

GARA

UOMINI

DONNE

TOTALE

6 giorni

22

 7

29

48 ore

13

 4

17

24 ore

 5

 3

  8

6 ore

10

 3

13

100 miglia

  8

 2

10

100 km

  1

 0

  1

42,195 km

41

 9

50

Totale

79

21

128

 

Nella tabella sono state inserite le partecipazioni degli atleti alle singole gare in programma. Alcuni atleti hanno segnato più partecipazioni come Vito Piero Ancora (7 maratone).

RISULTATI

6 GIORNI Questa la classifica maschile: 1) Didier Sessegolo (Francia) SM 50: 740,300 km 2) Alessio Malena (Italia) SM65: 731,704 km 3) Leanid Anatska (Bielorussia) SM55: 721,470 km 4) Jose Luis Posado Perez (Spagna) SM60: 695,968 km 5) Daniele Alimonti (Italia) SM50: 666,666 km 6) Kenji Okiyama (Giappone) SM50: 663,308 km 7) Massimo Taliani (Italia) SM55: 614,004 km 8) Ivan Battisti (Italia) Sen: 606,118 km 9) Domenico Favia (Italia) SM65: 565,430 km 10) Michelangelo Costanzo (Italia) SM60: 507,108 km 11) Gwynplane Hakmnikton (Libano) Sen: 502,700 km 12) Paolo De Bernardi (Italia) SM45: 501,600 km 13) Philippe Leleu (Francia) SM55: 478,517 km 14) Simon Thierry (Francia) SM60: 473,024 km

22 atleti in classifica, compresi 4 atleti ritirati per problemi fisici.

Classifica femminile: 1) Maria Tomaz De Aquino (Spagna) SF55: 663,308 km 2) Gabriela Cotugno (Argentina) SF40: 620,564 km 3) Hiroko Okiyama (Giappone) SF55: 608,921 km 4) Marinella Satta (Italia) SF60: 444,454 km 5) Ann Ritella (Svezia) SF45: 378,541 km 6) Giuliana Montagnin (Italia) SF60: 355,472 km 7) Claudia De Mari (Italia) SF60: 333,308 km.

 7 atlete in classifica. Incerta è stata la gara femminile. Negli ultimi due giorni, la spagnola Tomas De Aquino è passata a condurre la gara, dopo che l’argentina Cotugno era stata al comando con decisione per tante ore. Gli atleti partecipanti alla gara più lunga hanno alternato la corsa, al cammino, al riposo, alla ristorazione, dimostrando tutti la tenuta sulla distanza temporale.

48 ORE17 atleti hanno partecipato a questa gara di cui 13 uomini e 4 donne. La gara è stata vinta da Roldano Marzorati (292,846 km) e Sonia Lutterotti (278,601 km). Già dalle prime ore di gara i due vincitori finali sono stati protagonisti. La nazionale delle 24 ore Valeria Empoli ha accusato all’inizio conati di vomito e ha fatto gara in rimonta, giungendo 2^ donna. Alessandro Bruzzi ha tenuto per diverse ore la 2^ posizione e poi ha preferito fermarsi al 180° km

24 ORE 8 atleti di cui 5 uomini e 3 donne hanno partecipato a questa gara, che non era tra le prove valide come Campionato Italiano IUTA 2018. La gara è partita sabato alle ore 15.00 ed è terminata alle ore 15.00 di domenica 16; è stata vinta da Giovanni Spinelli (150,085 km) e Rita Maria Marzoli (150,775 km). La migliore prestazione in assoluto è stata così di una donna, Rita Maria Marzoli, alla sua prima esperienza in una gara simile, la quale è riuscita a coprire una distanza di poco superiore ai 150 km, correndo e alternando alcuni tratti di cammino e soste per ristorarsi. L’handicap maggiore per questi atleti è stato di iniziare e terminare la loro prova nelle ore più calde.

100 MIGLIA 10 atleti di cui 8 uomini e 6 donne hanno partecipato a questa gara sulla distanza in miglia inglesi, un po’ insolita nel territorio italiano. La competizione è partita venerdì 14 alle ore 15.00 e prevedeva 246 giri + 300 metri. È stata vinta da Nicolangelo D’Avanzo (16h32'56”) e Luisa Zecchino (22h28'38”). Protagonista l’esperto D’Avanzo, il quale ha corso a una buona media e con una buona tecnica. Luisa Zecchino rientrava sulle lunghe distanze. Dopo l’incidente dello scorso anno, che l’ha costretta a uno stop forzato per mesi, una graduale ripresa con gare sino a 6 ore. Ora una prova che si avvicina alla distanza della Spartathlon di 246 km, manifestazione che lo scorso hanno l’ha vista ancora finisher.

6 ORE Ogni giorno si poteva partecipare alla gara delle 6 ore, con partenza in orari a scelta dell’atleta. Inoltre domenica 16 settembre alle ore 7.00 è partita la 6 ore valida per il 16° Grand Prix IUTA 2018 di Ultramaratona. Questa gara è stata vinta dal pugliese Michele De Benedictis (63,005 km), il quale sta preparando la Spartathlon di fine mese, e da Lucia Ninivaggi (49,985 km). Nel totale della settimana si sono registrate 13 prestazioni di cui 10 maschili e 3 femminili.

MARATONA Ogni giorno si poteva partecipare alla gara sui 42,195 km (maratona), con partenza in orari a scelta dell’atleta. La migliore prestazione è stata di Andrea Morrone (3h47’58”) e Titina Bakken (5h50’15”), entrambe il 10 settembre. In totale si sono registrate 50 prestazioni di cui 41 maschili e 9 femminili.

CAMPIONATI ITALIANI IUTA 2018. Questi i dettagli delle 3 gare che hanno assegnato i titoli:

6 GIORNI

UOMINI

1) Alessio Malena: 731,704 km

2) Massimo Taliani: 608,921 km

3) Ivan Battisti: 606,118 km

DONNE

1) Marinella Satta: 444,454 km

2) Giuliana Montagnin: 355,472 km

3) Claudia De Mari: 333,308 km

CATEGORIE

SEN Ivan Battisti: 606,118 km

SM40 Matteo Nocera: 194,700 km

SM45 Paolo De Bernardi: 501,600 km

SM50 Fausto Parigi: 333,300 km

SM55 Massimo Taliani: 614,004 km

SM60 Michelangelo Costanzo: 507,108 km

SM65 Alessio Malena: 731,704 km

SF60 Marinella Satta:444,454 km

48 ORE

UOMINI

1) Roldano Marzorati: 292,846 km

2) Giuseppe Matteucci: 284,908 km

3) Piero Cossalter: 270,296 km

DONNE

1) Sonia Lutterotti: 278,601 km

2) Valeria Empoli: 268,141 km

CATEGORIE

SEM Sebastiano Scarlatta: 203,704 km

SM35 Francesco Di Pierro: 218,908 km

SM40 Giuseppe Matteucci: 284,908 km

SM45 Alessandro Bruzzi: 197,104 km

SM50 Nicola D'Alessandro: 227,570 km

SM55 Roldano Marzorati: 292,846 km

SM65 Donato Velini: 85,800 km

SEF Valeria Empoli: 268,141 km

SF40 Pamela Di Gregorio: 143,621 km

SF55 Sonia Lutterotti: 278,601 km

100 MIGLIA

UOMINI

1) Nicolangelo D'Avanzo: 16h32’56”

2) Giuseppe Mangione: 18h47’26”

3) Flavio Sortino: 18h54’29”

DONNE

1) Luisa Zecchino: 22h28’38”

2) Stefania Caimmi: 37’28’56”

CATEGORIE

SF45 Stefania Caimmi: 37’28’56”

SF50 Luisa Zecchino: 22h28’38”

SM45 Nicolangelo D’Avanzo: 16h32’56”

SM50 Martino Domenico: 30h21’02”

SM55 Giuseppe Mangione: 18h47’26”

SM60 Marcello Arena: 33’32”14”

MIGLIORI PRESTAZIONI Dal punto di vista tecnico-agonistico, la prestazione di maggior valore in rapporto all’età è stata quella di Alessio Malena, allegro master residente in provincia di Prato, accompagnato dalla consorte. Egli è riuscito a percorrere in 6 giorni la distanza di 731,704 km, realizzando all’età di 67 anni la migliore prestazione mondiale cat. SM65, alla sua prima esperienza in una gara simile. Per la verità c’è una prestazione mondiale migliore dell’australiano George Perdon (841,600 km) il 26.11- 02.12.1984, nella 1^ Six Days Colac (Australia) in pista, ma la gara allora era IAU no Label, per cui è di Malena la migliore prestazione mondiale a oggi.

http://www.podisti.net/index.php/commenti/item/2453-il-mondiale-sm65-sulla-6-giorni-ad-alessio-malena.html

 

CONDIZIONI METEOROLOGICHE Il tempo è stato buono per tutto l’arco della settimana, con caldo nelle ore centrali, attenuato un po’ dal vento.

PERCORSO Il percorso in pineta all’interno del Policoro Village è in un circuito di 1.100 km da ripetersi più volte, piatto e scorrevole, pur presentando diversi cambi di direzione, quasi totalmente pavimentato e con un breve tratto in sterrato. Nelle scorse edizioni, sempre al Policoro Village, era invece prevalentemente su sterrato.

PREMIAZIONE La festosa premiazione finale dell’immediato dopo gara è stata la conferma del successo della manifestazione organizzata al Policoro Village dall’A.S.D. Transeo e ben coordinata dal dott. Pasquale Brandi. Donato Sabia, campione degli anni Ottanta negli 800 m e ora Presidente della FIDAL Basilicata, ha evidenziato che è stato colpito dalla forte motivazione di questi atleti, italiani e stranieri, impegnati nelle ultramaratone, sotto l’organizzazione guidata dall’esperto e simpatico Pasquale Brandi. Per alcuni degli oltre 100 partecipanti (molti dei quali hanno associato l’evento a una vacanza marina) è stata la prima volta, per altri un felice ritorno, come per la triestina Giuliana Montagnin, impegnata nella 6 giorni, sempre presente nelle 7 edizioni dell’evento agonistico.

                                                                                                       

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina