Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Dic 21, 2018 306volte

Kenneth Kiplagat Limo, vittoria e record alla Mersin Marathon

L'arrivo del vincitore L'arrivo del vincitore Foto Organizzatori/IAAF

16 Dicembre - Quarta edizione della Mersin Marathon (IAAF Bronze Label road race), in Turchia, con vittoria, pb e record della gara per il 28enne keniano Kenneth Kiplagat Limo in 2h10:12 che migliora il precedente limite, il 2h11:21 del marocchino Hassane Ahouchar, stabilito un anno fa.

La gara ha visto un gruppo di sei atleti subito in testa con passaggio al 10 km in 31:37; alla mezza, passaggio in 1h06:18, in testa a condurre l’altro keniano Hillary Kipchumba, con vantaggio di 200 metri su Limo. Ma, superato il 26° km, l’azione decisa di Limo lo porta a superare il connazionale e ad avviarsi verso il trionfo. Podio, così, interamente keniano, con Kipchumba, secondo in 2:10:43, e  Benard Cheruiyot Sang, terzo in 2:14:46.

In campo femminile, vittoria della etiope Konjit Tilahun in 2h33:18 (resiste il record della gara, stabilito 12 mesi fa dalla keniana Truphena Chepchirchir in 2h28:47) che dopo essere passata alla mezza in compagnia della connazionale Chaltu Dida in 1h14:13, riesce a staccarla dopo il 30 km avviandosi verso il successo.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina