Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 27, 2019 2212volte

Magenta (MI) – 6^ StraMagenta

Podio maschile Stramagenta 2019 Podio maschile Stramagenta 2019 Foto di Fabio Maderna

27 gennaio - Dopo tanti cross, c’era voglia di correre su strada e questa voglia si è vista questa mattina a Magenta dove si è svolta la 6^ Stramagenta una gara che l’anno scorso ha rischiato di scomparire con il crac dell’Atletica Palzola, ma che un lungimirante Davide Daccò aveva ripreso per i “capelli” e oggi in tanti avrebbero voluto ringraziarlo per averla mantenuta in vita. Per tutti lo ha fatto Giovanni Gualdi che, subito dopo aver tagliato il traguardo, ha avuto, al microfono di Giampietro Boscani, ottime parole per la gara e per lo sforzo fatto per non farla scomparire.
Come in passato, il ritrovo è presso il palazzetto dello sport di via Matteotti che, a parte qualche coda in entrata e uscita, ha svolto egregiamente il suo compito offrendo un comodo ritiro pettorali e spazi adeguati per i preparativi pregara, oltre un caldo riparo alla mattinata decisamente “freschina” accompagnata, saltuariamente, da una finissima pioggerellina.
Alle 9,30 in punto il via con gli atleti a lanciarsi su via Matteotti per il primo dei due giri previsti. Con lo sparo è stato dato inizio anche al circuito Triten di cui la Stramagenta è la gara di apertura mentre le altre gare previste si svolgeranno il 3 marzo a Trecate e il 10 a Parabiago.
Dopo il primo giro è praticamente già chiaro chi lotterà per le prime posizioni della gara maschile visto che per primi passano Nicola Bonzi e Francesco Carrera e poco dietro di loro la coppia formata da Giovanni Gualdi e Massimo De Ponti (se la memoria non mi inganna!).
Sembra invece già definita la gara femminile con Giovanna Epis al comando, e lanciata verso il bis dell’anno scorso, con ampio margine di vantaggio su Elena Romagnolo, che Giampietro ha più volte ricordato essere stata finalista olimpica a Pechino, e Giorgia Morano.
Il secondo giro effettivamente dato la svolta alla gara maschile e sul traguardo, dopo 30’42” di gara, si è presentato solitario Francesco Carrera che ha preceduto di 18” Nicola Bonzi, bello l’abbraccio fra i due dopo il traguardo, e Giovanni Gualdi di 31”.
Nessuna sorpresa invece per la gara femminile con Giavanna Epis a bissare la vittoria dello scorso anno con un crono leggermente superiore: 33’46” rispetto ai 33’33” del 2018. Al secondo posto Elena Romagnolo, terza lo scorso anno, in 34’47” accolta all’arrivo dalla figlia, mentre terza Giorgia Morano in 35’43”.
 Alla fine sono stati 919 i competitivi che hanno tagliato il traguardo rispetto ai 698 dello scorso anno per cui penso fosse più che giustificata la soddisfazione di Davide Daccò. Segnalo, solo per dovere di cronaca, che in due o tre, dopo la gara, mi hanno riferito di un percorso “un po’ più lungo”.

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Massimo Villani

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina