Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 02, 2019 742volte

Kigen e Nikolesic vincono la Unesco Cities Marathon; Eyob e Tegegn la mezza

La partenza della Maratona La partenza della Maratona Foto Sito Manifestazione

31 marzo - La settima edizione dell’Unesco Cities Marathon – La Maratona delle Città dell’Unesco, Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia, in una giornata di caldo quasi estivo, vede imporsi il 29enne keniano Cosmas Kigen in 2h30:41, giunto al traguardo ignaro di essere il vincitore. Infatti, il connazionale Kimosop Kiprono, a lungo solitario in testa, passato alla mezza in 1h06:44, si è improvvisamente ritirato al 34° chilometro, poco prima dell’ingresso a Cervignano del Friuli, oramai in crisi. 

Era dal 2015 che un atleta del Kenia non vinceva questa maratona, dal successo di Henry Kibet in 2h15:13, tuttora record del percorso. 

Kigen, atleta di esperienza con un personale di 2h09:43 a Francoforte nel 2011, ha preceduto l’avellinese Saverio Giardiello (Montemiletto Team Runners), secondo in 2h38:05, e l’ucraino Andrey Onyshchenko, terzo in 2h38:50.

Lo stesso Giardiello, che qui aveva vinto nel 2017, si è aggiudicato il successo nel campionato italiano Esercito. 

L’udinese Massimiliano Uliana (Keep Moving), settimo in 2h51:06, si è laureato campione friulano assoluto. Tra le donne si è imposta la croata Ingrid Nikolesic in 2h55:20 (pb) davanti a Fabiola Giudici (Athletic Club Apicilia), seconda in 3h10:25, ma che conquista il titolo di campionessa friulana assoluta. Terza Francesca Lettig (Trieste Atletica) in 3h21:28. 

Di fronte alla partecipazione decisamente modesta e di basso livello tecnico della 42 km, migliore invece il debutto per la Iulia Augusta Half Marathon, la mezza maratona che è partita da Palmanova per giungere ad  Aquileia: ad iscrivere per primo il suo nome nell’albo d’oro è il 26enne azzurro Eyob Ghebrehiwet Faniel (Gs Fiamme Oro) che s’impone in 1h02:41, stesso tempo del secondo arrivato, l’eritreo Shumai Mogos Solomon, compagno di allenamento. 

Faniel, nel 2018 quinto individuale e oro a squadre nella maratona agli Europei di Berlino, e argento ai Giochi del Mediterraneo sulla mezza, ha ottenuto la terza prestazione della carriera, a 13” dal personale stabilito il 25 marzo 2018 a Milano. 

Lui e Mogos (1h01:08 a Lisbona, due settimane fa) si erano iscritti a sorpresa nella mattinata di sabato. 

Faniel (allenato da Ruggero Pertile), che due settimane fa aveva vinto la Stravicenza (10km) in 29:22, ha dichiarato: “Mancavo dalle gare da quattro mesi a causa di un infortunio. Ora sto bene, il tempo finale mi rende felice, anche perché oggi faceva molto caldo. Ora nei miei programmi c’è la mezza maratona a Padova e un mese di preparazione in altura ad Asmara con Shumai, che mi dà un aiuto importantissimo in allenamento. L’obiettivo dell’anno, ovviamente, è la maratona dei Mondiali di Doha”.     

Terzo posto per il keniano Ken Mutai in 1h07:02.

In campo femminile, vittoria della 23enne etiope Addissalem Belay Tegegn (Atl. Brugnera Friulintagli) in 1h12:49, avvicinandosi al primato personale (1h12:22 a Buenos Aires nel 2018). Seconda la pordenonese Yvette Moro Piazzon (Azzano Runners) in 1h26:35, terza la siciliana Tatiana Betta (Podistica Messina) in 1h26:52. 

275 i finisher della maratona, 418 quelli della mezza. 

Da segnalare anche la Unesco in rosa, gara non competitiva femminile di km 7.2, con oltre 800 iscritte e incasso devoluto alla Lilt. 

Risultati 

UOMINI. UNESCOCITIES MARATHON. Classifica generale: 1. Cosmas Kigen (Ken) 2h30’41”, 2. Saverio Giardiello (Montemiletto Team Runners) 2h38’05”, 3. Andrey Onyshchenko (Ukr) 2h38’50”, 4.  Salvatore Palumbo (Podistica Castagnitese) 2h45’06”, 5. Michele Bedin (Pol. Brentella) 2h47’21”. 

Campionato Italiano Esercito: 1. Saverio Giardiello 2h38’05”, 2. Antonio Falbo 2h59’19”, 3. Manuel Cadeddu 3h34’52”. 

Campionato regionale friulano FIDAL. Assoluti: 1. Massimiliano Uliana (Keep Moving) 2h51’06”.  SM35: 1. Stefano Cassan (Atl. San Martino Coop Casarsa) 3h09’49”. SM40: 1. Stefano Claut (Athletic Club Apicilia) 3h07’22”. SM45: 1.  Massimiliano Uliana (Keep Moving) 2h51’06”. SM50: 1. Marco Grimaz (Atl. San Martino Coop Casarsa) 2h58’14”.  SM55: 1. Andrea Di Centa (Us Aldo Moro Paluzzo) 2h57’08”.  SM60: 1. Roberto Battocchio (Blade Runners Maniago) 3h18’29”.  SM65:1. Brunello Pagavino (Gs San Giacomo) 4h10’47”. SM70: 1. Adriano Rossi (Pol. Dopolavoro Ferroviario Ud) 4h33’33”. 

Iulia Augusta Half Marathon: 1. Eyob Ghebrehiwet Faniel (Fiamme Oro) 1h02’41”, 2. Shumai Mogos Solomon (Eri) 1h02’41”, 3. Ken Mutai (Ken) 1h07’02”, 4. Enrico Spinazzè (Atl. Ponzano) 1h08’48”, 5. Andrea Marino (Gs San Giacomo) 1h17’57”.  

DONNE. UNESCO CITIES MARATHON. Classifica generale: 1. Ingrid Nikolesic (Cro) 2h55’20”, 2. Fabiola Giudici (Athletic Club Apicilia) 3h10’25”, 3. Francesca Lettig (Trieste Atletica) 3h21’28”, 4. Anna Padovan 3h23’19”, 5. Elisa Pivetti (Lib. Udine) 3h24’02”. 

Campionato regionale friulano. Assolute: 1. Fabiola Giudici (Athletic Club Apicilia) 3h10’25”.  SF35: 1. Fabiola Giudici (Athletic Club Apicilia) 3h10’25”. SF40: 1. Francesca Lettig (Trieste Atletica) 3h21’18”. SF45: 1. Alessia Epis (Jalmicco Corse) 3h39’21”. SF50: 1. Italia Dalla Torre (Athletic Club Apicilia) 3h31’20”. SF55: 1. Elena Cristina Floreani (Aquile Friulane) 3h40’40”. SF60: 1. Fulvia Cecchini (Atl. Buja) 3h35’42”.  

Iulia Augusta Half Marathon: 1. Addissalem Tegegn (Eti/Atl. Brugnera Friulintagli) 1h12’49”, 2. Yvette Moro Piazzon (Azzano Runners) 1h26’35”, 3. Tatiana Betta (Podistica Messina) 1h26’52”, 4. Giulia Titton (Alpago Tornado Run) 1h27’57”, 5. Mariangela Stringaro (Keep Moving) 1h29’07

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina