Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 27, 2019 381volte

Meteo e politica non fermano la staffetta del miglio a Misinto

Un soddisfatto Fulvio Frazzei, patron del Club, al termine della manifestazione Un soddisfatto Fulvio Frazzei, patron del Club, al termine della manifestazione Foto: Rodolfo Lollini

Era un’accoppiata che poteva essere letale, quella che si era coalizzata sabato 25 Maggio a Misinto. Da un lato nuvole minacciose che avevano scaricato in zona tonnellate di acqua, spesso mista a grandine. Dall’altro le elezioni politiche in questo comune della provincia di Monza Brianza, con relative polemiche circa l’opportunità di consentire l’organzzazione di un evento nel sabato di pausa prima del voto.

Alla fine il meteo ha risparmiato questo centro, riservando solo un clima più fresco. L’ideale per correre nel pomeriggio. Anche la politica si è fatta da parte. L’amministrazione uscente è restata a casa evitando opportunamente “il bagno di folla” durante le premiazioni. Le opposizioni forse hanno capito che non avremmo fatto propaganda. Divertente comunque pensare che questo Club del Miglio, talvolta vituperato, sia stato visto come una iniziativa valida e positiva per il paese. Unico problema rispetto al solito, il blocco degli spogliatoi della scuola, sede dei seggi. Quindi per una volta niente doccia.

Miglio a staffetta: ecco la novità di questa quinta tappa del circuito 2019 che si svolgeva sul tradizionale percorso nel centro del paese. Due giri corti e due lunghi per un totale di un miglio per ognuno dei tre frazionisti. Il tutto dopo il tradizionale prologo dedicato ai giovani che invece hanno corso come al solito individualmente. Tracciato con saliscendi e pavè. Nervoso quanto intrigante. I quattro giri consentivano inoltre di tenere ben monitorata la situazione ed allo speaker d’incitare, se ce ne fosse stato bisogno, ogni partecipante.

Gare intriganti ed incerte, con posizioni che cambiavano spesso, in un contesto di gerarchie che non erano consolidate come capita al singolare. Nella manche riservata alle staffette interamente femminili, si è assistito al netto predominio del team composto dalle atlete più giovani: Sara Gandolfi (Atletica GISA), Licia Bombelli (Atl. Teatro alla Scala) e Ilaria Brunati (Atletica Desio) hanno chiuso in 17’51’’06 con un netto vantaggio su tutte le altre staffette.

La serie riservata alle formazioni meno giovani è stata molto combattuta ed ha visto alla fine prevalere il team misto Lazzari-Bombelli (Road Runners Club Milano)-Lazzarin (Atletica GISA) con l’ottimo crono di 17’36’’76. La batteria conclusiva, con squadre che sommavano meno di 165 anni in tre, ha visto il successo netto dei Daini Carate Brianza, (Giordano Montanari, Corrado Redaelli e Mauro Dozio) autori del miglior crono di giornata con 16’02’’78. Per i dettagli sulle classifiche cliccate qui.

Ringraziando l’Atletica GISA per l’ottima organizzazione, ricordiamo il nuovo appuntamento, già previsto per il prossimo fine settimana. Domenica mattina, sottolineiamo domenica, 2 Giugno a Castiglione Lodigiano (LO).

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina