Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 12, 2024 Mauro Oliva 467volte

Maratona di Milano, il mio giudizio della corsa sotto casa

A sinistra, durante la maratona; a destra, foto con la vecchia maglia, in una gara "storica" A sinistra, durante la maratona; a destra, foto con la vecchia maglia, in una gara "storica"

Che f....a avere la maratona a Milano. Avete presente la tensione di organizzare un viaggio, di arrangiarsi per i pranzi e le cene fuori casa proprio nell’ultimissima fase pre-maratona? Con la maratona sotto casa questi problemi non ci sono. Praticamente tieni buona la sveglia come per andare in ufficio e ti presenti in piazza Duomo. Zero stress, easy!

Numero di partecipanti da record: voto 8. Prosegue il percorso di crescita nei numeri, oltre 8500 i partecipanti alla sola maratona. Comunque troppo lontana da altre maratone internazionali e nazionali. Milano sa fare di meglio, Milano merita di più.

Livello dei partecipanti: voto 5. I tempi fatti registrare non sono degni di nota. Il primo italiano ferma il cronometro oltre le 2h25. I top hanno snobbato la manifestazione.

Milano sa fare di meglio, Milano merita di più.

Location voto 8: spettacolare la piazza Duomo, il luogo più suggestivo di Milano, con la cattedrale a fare da sfondo ai tanti selfie dei runners. Scelta coraggiosa: gli spazi sono risicati per un evento di questa portata. Turisti e canotte bagnate si sono fusi al sole creando un mix micidiale.

Un metro di corridoio per accedere alle griglie. Con quello spazio, la domenica mattina fai entrare i fedeli alla chiesa del paesello.

Scenografica l’esibizione della Banda musicale della Guardia di Finanza che ha inaugurato la manifestazione in occasione dei 250 anni dalla fondazione.

Organizzazione voto 7: imponenti i mezzi e le strutture messe in campo. Organizzare un evento di queste dimensioni è davvero impresa ardua. Scoprire alle 8:30 che la partenza è a onde ha destabilizzato non pochi. Dopo aver progettato tutti i dettagli vedi partire i palloncini che volevi seguire due minuti prima di te. Roba da sedersi al tavolino al bar e mangiare barrette e gel che avevi in tasca.

Percorso voto 6: i passaggi nei luoghi più incantevoli è da apprezzare però le gambe vibrano ad ogni botta sul pavé come i piatti dell’orchestra della Scala. Ottimo i “punti tifo”, bene il tentativo di coinvolgere i cittadini, perfetti i ristori. Un applauso all’esercito di volontari e alle forze dell’ordine.

Maglietta del pacco gara, voto 5. Sempre le stesse sempre uguali. Ma perché consegnarla all’arrivo e non al ritiro pacco gara? Cos’è un’astuta operazione di marketing o una becera “poverata” ? Si, vero, c’è scritto “finisher” e quindi te la do solo se concludi, ma questo non è il lavoro che fa la medaglia?

Più luci che ombre per questo evento giunto alla 22esima edizione. La bella giornata ha contribuito a rendere ancora più bella questa festa. Tanti anche gli stranieri che ne hanno goduto. Percorso di crescita avviato ma che necessita di una accelerata. Adesso sotto con l’edizione 2025.

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina