Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 10, 2019 Alessandro Mascia – Simona Bacchi 1294volte

Milano, la Maratona che non ti aspetti!

C'eravamo anche noi! C'eravamo anche noi! Comitato organizzatore - R. Mandelli

Abbiamo deciso di provare la Maratona di Milano perché non l'avevamo mai fatta, perché era più vicina di Roma e perché, al momento di iscriverci, c'erano tanti interrogativi sulla maratona della Capitale.

Premettiamo che a noi piacciono  di più le Maratone " familiari", quindi siamo partiti con il timore della ressa, delle code , delle lunghe attese... In più eravamo a conoscenza del poco poco entusiasmo dei milanesi per la loro  Maratona. E vogliamo parlare dei passaggi ai gate con tanto di metal detector?
Insomma pensavamo ad una Maratona piena di problematiche e difficile da gestire.

Invece bravi, questi milanesi: tanto per cominciare abbiamo usufruito del parcheggio multipiano di San Donato Milanese: con due 2 euro parcheggi tutta la domenica, accesso diretto alla metro e in un quarto d'ora sei in centro.
La fortuna ha giocato a nostro favore quando siamo arrivati al gate d'accesso , non c'era tanta gente in quel momento e i controlli sono stati veloci; abbiamo però visto altri accessi non così fortunati.
Il parco che accoglie i maratoneti prima della partenza è sufficientemente vasto.
Le indicazioni per i servizi pre gara sono chiare, e tramite un percorso guidato e obbligato si arriva direttamente alla partenza.
Tanti i maratoneti stranieri e c'era una bella atmosfera nonostante il cielo minacciasse pioggia, che puntuale è arrivata alle 9, giusto  sullo start, ma per pochi minuti, fortunatamente  graziandoci per il resto della corsa.

Il percorso è scorrevole, mai monotono, passa attraverso quartieri caratteristici, tocca i punti più conosciuti della città come il Duomo, il castello Sforzesco fino allo stadio e all'ippodromo: si alternano sanpietrini, lastroni e asfalto.
Con nostra grande sorpresa, invece di sentire gente che impreca e suona il clacson, troviamo tante persone lungo la strada ad applaudire e ad incoraggiare, inoltre i passaggi ai cambi staffetta davano una bella nota di colore e di ulteriore carica.
Tanti volontari lungo tutto il percorso e ai ristori, dove non mancava nulla.

Arrivo suggestivo, anche per chi come noi non arriva tra i primi. Sacchetto con acqua e qualcosa da mangiare come ristoro, e di nuovo questo enorme parco per riprendersi dalla fatica fatta.

1 commento

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina