Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Giu 17, 2019 886volte

Per amore, si ingolla anche l’Ortica

Come nelle antiche corse stayers Come nelle antiche corse stayers Roberto Mandelli

Una frase fatta recita che dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna. Beh certo, dietro all’editore Angelo Rizzoli c’è stata Eleonora Giorgi, dietro Onassis c’era Jacqueline ex-Kennedy, dietro Sollecito c’era Amanda, dietro Icardi c’è Wanda Nara ecc.

A volte può essere vero il contrario, o meglio, il reciproco. Ce ne siamo resi conto scorrendo le foto di Roberto Mandelli al recente Palio dell’Ortica, gara non competitiva ma dove gli atleti avevano il pettorale numerato e i primi arrivati sono stati comunque premiati:

 https://foto.podisti.net/p276415172/hce88e696#hce88e696

In questa prima foto della nostra scelta vediamo, al via in prima fila, secondo da sinistra con pettorale 145, un podista ampiamente tatuato sul suo lato destro, e dall’aspetto sicuramente molto atletico. Del tutto normale che, chi ritiene di avere chances per fare una buona gara, parta davanti onde non essere rallentato dai vari Fabio Maderna (o peggio ancora, se ci fosse stato, Fabio Marri). In una foto poco successiva, sempre prima della partenza, scopriamo un’altra tenuta nera, indossata da un gentile personaggio femminile che porta il pettorale 144

https://foto.podisti.net/p276415172/hce88e696#hce88e6c3

La gara comincia, e la gentildonna numero 144 balza in testa alla gara femminile. Eccola al primo passaggio:

https://foto.podisti.net/p411520951/hce88eac3#hce88eac3

To’ chi si rivede: a romperle l’aria, per renderglierla meno urticante c’è il nostro uomo tatuato, pettorale seminascosto, ma divisa del tutto identica. Vana appare la resistenza della seconda donna, la 556, che sembra potersi raccomandare solo al cielo.

Eccoci infine al traguardo: Mandelli sta per fissare il meritato arrivo, chissà, mano nella mano, della coppia, ma ecco il supremo atto d’amore (uso il termine in senso lato):

https://foto.podisti.net/p21857661/hce890495#hce890495

La vittoria femminile è tutta e solo di Lorenza Bianchetti (questo il nome della premiata); non sia mai che qualcuno del pubblico la voglia sminuire, o che il pacemaker pretenda una parte del premio come usa nelle grandi gare! Dunque, l’estremo sacrificio che arriva fino all’annullamento di sé: il pettorale 145 esce letteralmente di scena, forse non taglia nemmeno il traguardo (vedete la sua progressiva sparizione nelle foto 131-136).

A godere di quanto ‘seminato’ sembra essere invece un altro, stessa divisa ma numero 138, che nelle foto 143-146 schiocca un bel bacio (non ricambiato) alla vincitrice, poi esulta con lei. Siccome mi dicono che si chiami Gianluca Rundiciotto e sia persona squisitissima oltre che coordinatore del gruppo Urban Milano, non mi permetto di insinuare che faccia come il cuculo che sfrutta il nido costruito da altri uccelli: anzi, anche lui acconsentirà che si elogi il vero meritevole del tiraggio, colui che ha ingollato l’aria pungente delle Ortiche pur di garantire il successo di Lorenza.

Diamo tutti i meriti dunque ad Andrea Gornati, immediatamente riconosciuto dai presenti e da chi ha visto le foto: personaggio molto noto come preparatore atletico e allenatore, già in rapporto con Orlando Pizzolato, e adesso in proprio (omissis). Qualcuno in rete ha anche aggiunto motivazioni ‘speciali’ per giustificare il ‘tiraggio’ o, reciprocamente, il ‘succhiaggio’: ma qui si entra nella sfera personale e noi non lo seguiremo.

Ci basta aver segnalato questo supremo gesto di altruismo: almeno stavolta, dietro (o davanti) a una grande donna c’è stato un grande uomo.

Milano (Centro Sportivo Saini) 9° Palio dell'Ortica

1 commento

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina