Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 12, 2019 Giancarlo Lusi 1061volte

A Controguerra, S. Martino mi fa riscoprire la solidarietà

Lusi in corsa (a dx) Lusi in corsa (a dx) Foto Facebook

10 novembre - Eccomi di nuovo qui, dopo svariati anni, a descrivere una corsa bellissima che si è svolta nel piccolo paese di Controguerra, ma così partecipata da non aver nulla da invidiare a realtà molto più grandi. Infatti la corsa di San Martino è arrivata alla ventitreesima edizione e quest’anno gli iscritti alla gara di 15 km sono stati circa 1200, mentre coloro che hanno preferito un percorso più rilassante erano più di 2000.

(Vedere il servizio di V. Camacci http://podisti.net/index.php/cronache/item/5251-controguerra-te-23-corsa-di-san-martino.html )

Questa è stata una corsa per me veramente di rinascita, in quanto avevo da un po' di anni  abbandonato l’idea di partecipare a gare vere e proprie, e l’ebbrezza di indossare un pettorale e un chip alle scarpe per i tempi e la performance non erano più in cima ai miei pensieri.

Ma si sa, nella vita non bisogna mai dire mai, e ho accettato la scommessa con me stesso di rimettermi in gioco, non saltare mai gli allenamenti anche quando tutto mi sembrava inutile e senza un senso. La corsa in fondo è un po' come la nostra vita: si corre, si soffre, si è tentati di gettare la spugna, ci si ritrova a correre in discesa per un po' e poi di nuovo a fatica per superare gli strappi che ti impongono di rallentare, anche se mai lo vorresti: ti tocca di superare quei dislivelli che improvvisamente appaiono sul tuo percorso senza che tu possa saltarli, ma che devi per forza affrontare.

Ecco, la mia prima gara dopo tanto tempo con un pettorale, domenica 10 novembre l’ho vissuta così, con una consapevolezza tale che finalmente stavo correndo non per i tempi, ma per rivivere in un ora e un quarto circa, quasi come in un film, tutte le emozioni vissute negli ultimi tempi. La corsa si è snodata tra i vigneti inaspettatamente splendenti di un sole caldo ed io per metà gara sono stato spettatore di me stesso rielaborando e poi lasciando andare i pensieri che via via perdevano consistenza e si allontanavano da me come le foglie rosse d’autunno che incontravo sul mio cammino.
Poi,proprio nel momento di maggior sofferenza, quando la fatica stava prepotentemente affacciandosi nella mente e nelle gambe, ho avuto la fortuna di conoscere un signore di nome Nicola che ha cominciato a darmi consigli e ad affiancarmi nel percorso, dandomi il giusto slancio per superare i momenti critici. Infatti, così come nella vita si incontrano belle persone che trasmettono energia positiva e ti aiutano a risollevarti, così nella gara di San Martino ho incontrato questo podista di Bari, con cui, senza esserci mai visti prima, ho avuto sin dal primo sguardo la stessa lunghezza d’onda e una grande sintonia che ci ha permesso di tagliare il traguardo perfettamente all’unisono in 1h 13m 47 s, scoprendo che entrambi in altre gare avevamo vestito i panni di pacer. Abbiamo corso con lo stesso spirito di squadra e sacrificio, con quella passione che dovrebbe esserci sempre sia nel quotidiano sia nelle gare, animati da quella grande forza chiamata semplicemente solidarietà, che però permette agli altri di proseguire, che per noi significa non essere indifferente o addirittura insofferente verso gli altri, anzi  immedesimarci nei vestiti dell’ altro e di gioire per i traguardi fatti raggiungere.

E questo dovrebbe essere il vero significato di una gara, qualunque essa sia: insegnare soprattutto ai giovani ad essere meno individui e più persone, che sanno fare gruppo mettendo da parte arrivismi e posizioni egocentriche.Il vero obiettivo dunque è quello di far emergere la consapevolezza che solo con gli altri, insieme agli altri, si può vincere veramente. Lo sanno bene i pacer, e se lo sei stato una volta, lo sei per sempre anche nella vita.

 CLASSIFICA MASCHILE

1 1 RONO JULIUS KIPNGETICH KEN, ATL. RECANATI 1  ASS M 1 0:46:49

2 3 SANTORO DARIO ITA, ATL. POTENZA PICENA 2 ASS M 2 0:47:24

3 4 MASSIMI STEFANO  ITA, S.E.F. STAMURA ANCONA A.S.D. 3 ASS M 3 0:48:18

4 8 RUTIGLIANO PASQUALE ITA, A.S.D. OLIMPIAEUR CAMP 4 ASS M 4 0:49:21

5 6 ADUGNA BINIYAM SENIBETA  ITA, TURISMO PODISMO 5 ASS M 5 0:49:46

6 2 ZITOUNI YOUNESS MAR, A.S.D. POD. 'IL LAGHETTO' 6 ASS M 6 0:50:21

7 1026 MARIANI FIORENZO ITA, A.S.D. TOCCO RUNNER 7 ASS M 7 0:50:29

8 7 DI CECCO ALBERICO ITA, ASD 'VINI FANTINI' 8 ASS M 8 0:50:59

9 5 GRAMACCINI LUIGI ITA, PARMARATHON ASD 1 M40-44 9 0:51:14

10 472 DI FRANCESCO NINO ITA, ASD RUNNERS PESCARA 2 M40-44 10 0:52:44

CLASSIFICA FEMMINILE

1 10 CAVALINE NAHIMANA ITA, FREE-ZONE 1 ASS F 11 0:53:10

2 12 SALVATORI PAOLA ITA, U.S. ROMA 83 2 ASS F 27 0:55:56

3 11 MANCINI MARCELLA ITA, MARA’ AVIS MARATHON 3 ASS F 43 0:57:31

4 436 PICCALUGA GIUSEPPINA ITA, A.S.D. ATLETICA AMA CIVITANOVA 4 ASS F 108 1:02:30

5 693 MARIANO BARBARA ITA, G.P.PRETUZI RUNNERS TERAMO ASD 5 ASS F 126 1:03:29

6 756 VANNUCCI VALENTINA ITA, ASD I PODISTI DI NEMO 1 F35-39 141 1:03:56

7 81 LUZI ALESSANDRA ITA, MEZZOFONDO CLUB ASCOLI 2 F35-39 162 1:05:00

8 510 CAPODICASA CHIARA ITA, M.C. MANOPPELLO SOGEDA 1 F30-34 196 1:06:03

9 744 D'ANGELO FRANCESCA ITA, ASD I PODISTI DI NEMO 1 F45-49 223 1:06:58

10 106 MOZZONI BARBARA ITA, NUOVA POD. CENTOBUCHI 2 F45-49 230 1:07:16

 

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina