Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 20, 2018 padre Pasquale Castrilli 1826volte

Correre con lo Spirito: in Italia e nel mondo (Per cominciare)

Il p. Castrilli (H69) al traguardo di Messina 2017 Il p. Castrilli (H69) al traguardo di Messina 2017 Messina Marathon

Questo primo contributo serve per presentarsi e anche per illustrare come io intendo la corsa. Il running è bello anche per questo: gli approcci sono vari, non ce n’è uno solo. Si va dall’agonismo esagerato alla corsa come beneficio e filosofia di vita. Alcuni miei amici podisti guardano ai montepremi, scrutano le iscrizioni alle gare per vedere se ci sono keniani o etiopi nella lista partenti, altri collezionano gare, chilometri, pettorali e medaglie. Qualcuno corre per riscattare la vita, per guarire interiormente. Sono un giramondo. Ho corso in tanti paesi… Dalla terra rossa della Guinea Bissau al santuario di Aparecida in Brasile, dalla riva laotiana del Mekong alle dighe del Sudafrica. Dovunque ho corso cercando l’Eterno e ho incontrato gente che corre: un fenomeno planetario. Ho stretto amicizie, alcune delle quali superano il limite del tempo e dello spazio. Un’amica, durante una gara, mi ha chiesto di… battezzare sua figlia! Sono un maratoneta lento, ma entusiasta. Uno di quelli che macinano chilometri per conoscere sé stesso. Non ho talento, ma un po’ di coraggio. Non particolari doti nel gesto tecnico, ma voglia di imparare e di migliorare. Ho letto tanto, in questi ultimi anni, anni sul podismo. Articoli, libri, blog, youtube… Ogni pagina o minuto mi ha insegnato qualcosa. La corsa è un beneficio che deve durarmi nel tempo e per questo non ci sono ‘pazzie’ nei miei programmi di allenamento. Tutto abbastanza proporzionato all’età (53 anni, sono del ’65), all’inizio dell’attività podistica (nel 2012, anche se da ragazzo praticavo sci di fondo, pallavolo e tennis), ai miei impegni e alla mia vocazione (sono un sacerdote missionario impegnato nella predicazione e nelle comunicazioni). Una sessantina di km a settimana (nelle settimane più tirate, poche…), ma anche tanto cross training (soprattutto bici), esercizi per il core, stretching, la mia salvezza… Il 2018 inizia con la sorpresa di podisti.net, un sito che ho sempre consultato e apprezzato in questi anni. Fabio Marri, che ringrazio per l’accoglienza e l’arguzia, mi invita a scrivere. Lo faccio volentieri. Scrivere è la mia vita, probabilmente una delle cose che mi riesce. “Correre con lo Spirito: in Italia e nel mondo” è il titolo di questa rubrica che mi appresto ad iniziare (questo è il primo post!). Cosa troverà chi vorrà leggere queste pagine? Tanta passione. Sicuramente. Le emozioni della corsa, i volti di persone conosciute in Italia e nel mondo, grazie al podismo. E anche qualche parere, espresso con precisione e allo stesso tempo con la disponibilità a rimetterlo in discussione. Qualche altra cosa prima di salutarvi. Sono direttore di una storica rivista missionaria che si chiama Missioni OMI (www.missioniomi.it). Ve ne parlerò… Ho un sito www.pasqualecastrilli.it dove tra l’altro c’è una sezione dedicata al running nella qualche annoto le mie gare. Grazie a Fabio e gli amici di podisti.net per l’ospitalità.

 

Come avete letto, con questa puntata diamo l’avvio a una rubrica gestita da un nostro nuovo amico, podista e non solo (come avete potuto leggere). Il padre Pasquale Castrilli, oltre a quanto vi racconta di sé in questo pezzo introduttivo, ha corso 11 maratone, tutte attorno alle 4 ore, più sotto che sopra. Nel giugno 2017 l'unico podio in carriera, nella staffetta alla Supermaratona dell'Etna: staffetta esclusivamente di sacerdoti! http://www.pasqualecastrilli.it/news/evangeliigaudiumunastaffettaspeciale
Sicuramente le sue scorribande, podistiche e molto di più, interesseranno molti lettori, e sarebbe bello anche che si instaurasse un rapporto, uno scambio di esperienze, di confidenze (non diciamo di “confessioni”, ma in un certo senso sì). Speriamo di leggerlo spesso. [F. M.]

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina