Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ago 12, 2021 933volte

Eliud Kipchoge è il miglior maratoneta di tutti i tempi e non lo dico da oggi

Eliud Kipchoge è il miglior maratoneta di tutti i tempi e non lo dico da oggi Foto: www.fidal.it - G Colombo

Eliud Kipchoge è il miglior maratoneta di tutti i tempi e non lo dico da oggi. Non sono un amante dell’autoreferenzialità, ma quanto avvenuto negli ultimi tre anni, ovvero da quando scrissi su queste colonne che Kipchoge era il miglior maratoneta di tutti i tempi (cliccate qui se volete leggere il pezzo precedente), non ha fatto altro che rinforzare le mie convinzioni nei confronti del keniano che a 37 anni si è regalato forse l’ultimo successo di una carriera superlativa anche a livello di continuità. Ecco quindi l’aggiornamento delle sue impressionati cifre a livello cronometrico e di palmares:

Vittorie in carriera - 87% ovvero tredici vittorie su quindici gare disputate. E quando non ha vinto, una volta è arrivato secondo e l’altra, in mezzo al terribile acquazzone di Londra 2020, solo ottavo, ma con dei problemi fisici. E che vittorie, in quanto stiamo parlando principalmente di gare appartenenti World Marathon Major ovvero il circuito delle sei 42km più importante al mondo. Più Rotterdam ed Amburgo, non proprio sagre paesane ed Enschede (NL), gara comunque di ottimo livello, corsa in ottica Olimpiadi dove è entrato nel giro dei pochissimi eletti ad aver fatto doppietta. L’etiope Abebe Bikila e il tedesco dell’est Waldemar Cierpinski gli altri due. Vabbé, ci siamo capiti, solo Bikila…

Cronometro – Con la dovuta premessa che Eliud Kipchoge è l’attuale detentore del record del mondo (2h01’39”) e dimenticandoci “l’infortunio” di Londra 2020, nelle gare “normali” è sempre stato capace di stare sotto le 2h05'30" dell’esordio ad Amburgo.

Diciamo gare “normali”, perché alle Olimpiadi non conta certo il tempo, così come non sarebbe corretto mettere sullo stesso piano le prestazioni/esibizioni, velocissime quanto non omologabili, di Monza 2017 (2h00’24”) e Vienna 2019 (1h59’40”).

2013: Amburgo 2h05'30" - Berlino 2h04'05"

2014: Rotterdam 2h05'00" – Chicago 2h04'11"

2015: Londra 2h04'42" - Berlino 2h04'00"

2016: Londra 2h03'05" – Rio de Janeiro (Olimpiadi) 2h08’44”

2017: Berlino 2h03'32"

2018: Londra 2h04'17" - Berlino 2h01'39"

2019: Londra 2h02’37”

2020: Londra 2h06’47”

2021: Enschede (NL) 2h04’30” – Sapporo (Olimpiadi) 2h08’38”

Ed abbiamo parlato esclusivamente di maratona, perché a diciotto anni, in una garetta minore, in fondo era solo la finale mondiale dei 5000 metri, Kipchoge fece fuori nientepopodiméno che Hicham El Guerrouj e Kenenisa Bekele… Tuttavia io voglio limitarmi alla maratona e confermo che per il sottoscritto Eliud Kipchoge è il miglior maratoneta di tutti i tempi, crono e palmares alla mano. Se concordate o avete altri candidati, scriveteci.

Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.net

1 commento

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina