Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 18, 2022 padre Pasquale Castrilli 657volte

“La vita di corsa” del vescovo-maratoneta Paprocki

La copertina La copertina Rielaborazione di R. Mandelli

Inutile dire che questo libro l’ho divorato. Confesso che la prima lettura è stata bulimica, ma conto di riprenderlo con calma per gustarlo e approfondirlo. Nel panorama editoriale italiano esistono libri sul tema “sport e fede”, ma di libri su “fede e corsa a piedi” ce ne sono davvero pochi. I miei due testi: “Evangelii Gaudium. La staffetta del sacerdoti runners alle pendici dell’Etna” (Missionari OMI 2019) e “Preti (sempre) di corsa” (Missionari OMI 2020) sono stati accolti con interesse in vari ambienti ecclesiali e sportivi.

http://podisti.net/index.php/commenti/item/4210-la-gioia-del-vangelo-e-anche-dare-il-meglio-di-se.html

http://podisti.net/index.php/commenti/item/6314-preti-sempre-di-corsa-il-libro-continua-in-un-progetto.html

Ed ora si presenta “La vita è una corsa. 8 consigli di un vescovo runner” (Il Timone 2022, 21 euro), un libro sorprendente. A cominciare dal suo approccio. “Il corpo e l’anima di ogni persona sono elementi olistici di una realtà integrata, vale a dire la persona nella sua totalità. - scrive l’autore, il vescovo Paprocki - Una buona salute fisica ci aiuta sentirci bene e migliora l’acutezza mentale, mentre essere in pace nell’anima contribuirà al benessere fisico”. Dunque una visione unitaria della persona che si riflette anche nella scrittura del libro. Consigli tecnici e consigli spirituali sono espressi in contemporanea, si intrecciano, non sono cioè trattati in maniera separata, in capitoli distinti.

Autore del libro è Thomas John Paprocki, dal 2012 vescovo di Springfield in Illinois Ventiquattro maratone all’attivo, e tra questa le maratona di Boston per la quale ha ottenuto il minimo di qualificazione, impresa non proprio facile. Figlio di un farmacista, il piccolo Thomas John cominciava a giocare a hockey con i suoi sei fratelli e amici nella casa situata nel quadrante sud di Chicago, dove è nato nel 1952. Parla varie lingue tra cui l’italiano (ha studiato all’Università Gregoriana di Roma negli anni ’90): lingue che utilizza nella recita del Rosario come spiega tra l’altro da pagina 79 a pagina 89 parlando di questa antica preghiera che risale a San Domenico nel XIII secolo: “Passo la maggior parte del tempo mentre corro da solo in preghiera. Non tutti i tipi di preghiera sono possibili durante la corsa…. I tipi di preghiera che ho trovato più favorevoli durante la corsa sono preghiere ripetute o vocali… La preghiera vocale più facile da ricordare è la preghiera del Rosario… Oggi bisogna dare ancora grande merito alla ripetizione di preghiere per il proprio miglioramento spirituale, proprio come l’esercizio fisico ripetuto rende i muscoli più forti”.

Non è il primo libro del vescovo americano su questi argomenti. Anni fa aveva scritto un libro analogo per esplorare il rapporto tra spiritualità e hockey, l’altra sua grande passione.

Ecco ora in sintesi gli otto consigli per il benessere fisico e spirituale annunciati dal titolo del libro e dispensati dal vescovo Paprocki, “uno che di corsa ci capisce”, come scrive Costanza Miriano nella prefazione. Sono racchiusi in otto termini tutti comincianti col prefisso Ri- ‘di nuovo, ancora’, e sono intesi come un aiuto per “fissare obiettivi e a raggiungerli come runner” e per “applicare la stessa formula alla crescita e all’approfondimento della vita spirituale”.

  1. Riesaminare. Fare cioè una valutazione onesta della propria situazione e del bisogno di migliorare.
  2. Riformare. Imparare a migliorare.
  3. Risolvere. Mettere in opera concretamente i passi per migliorare. Sapere come fare.
  4. Ripetere. Potremmo dire ‘perseverare’ cioè continuare nel tempo. Non smettere per arrivare a dei risultati.
  5. Rinnovare. Raggiungere e stabilizzare il traguardo di un rinnovato benessere fisico e spirituale.
  6. Rilassarsi. Equilibrare allenamento e riposo per prevenire il sovrallenamento.
  7. Ricompensare. Essere soddisfatti, pienamente gratificati, per il benessere raggiunto.
  8. Rallegrarsi. Celebrare la gioia della felicità che una vita virtuosa può donare.

Ogni capitolo del libro si conclude con una citazione riassuntiva e motivazionale, una promessa - cioè un impegno da assumere - ed una preghiera.

“La vita è una corsa. 8 consigli di un vescovo runner” sarà presentato a Milano sabato 19 novembre, alle ore 16 a palazzo Biandarà (via Santa Margherita 1, fermata metro ‘Duomo’). Il direttore de Il Timone, Lorenzo Bertocchi, dialogherà con Manuela Levorato, primatista italiana dei 100mt piani (11’’14, Losanna 2001) e con mons. Guido Gallese, vescovo di Alessandria.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina