Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Giu 12, 2019 Simona Bacchi - Alessandro Mascia 811volte

Suviana (BO), 11^ Maratona: in tanti da un lago all’altro…

Coppia inseparabile Coppia inseparabile Allesimo - R. Mandelli

9 giugno - Dopo l'avventura della Quadrortathon, passati 4 giorni per riposare le gambe, non potevamo non partecipare alla maratona di Suviana. Questa è stata l'undicesima edizione e la nostra terza partecipazione; nel 2017 il percorso prevedeva un circuito da 21 km da ripetere due volte, nelle ultime due edizioni invece i 42 km si compiono su un unico giro. 

 

In una bellissima mattinata di sole con clima tipicamente estivo raggiungiamo il campeggio Mistral sulle rive del lago di Suviana, dove è collocata la partenza con tutti servizi.

Incontriamo amici con cui abbiamo condiviso il lago d'Orta, altri che hanno  concluso il giorno prima una 8 ore vicino al Mugello (l' "Urban Trail degli Ubaldini"), chi addirittura proveniva da Bari dopo aver concluso una 6 ore, viaggiando di notte per poter partecipare ad entrambe:  ecco perché non ci sentiamo particolarmente strani!

Come sempre tanti i modenesi, molti per la maratona, ma una buona partecipazione anche sulla maratonina.

La partenza della maratona viene data alle ore ), la 21 km partirà alle 9:30 con un nuovo percorso che  ricalca in parte un tratto della 42 km.

Bisogna ammettere che è una maratona impegnativa, con continui sali-scendi e pendenze che mettono alla prova gambe e fiato; il nostro satellitare segnerà al termine 850 metri circa di dislivello positivo.

 La prima parte in direzione Toscana è abbastanza ombreggiata , la seconda parte è più calda e con meno ombra, ci ha salvato una leggera brezza.

Il percorso è bellissimo, in buona parte panoramico: il lago dall'alto ha un colore verde meraviglioso, molto affascinante anche la vista della diga di Castel di Casio.

All'arrivo, conclusa la fatica, rilassarsi all'ombra della folta vegetazione  è impagabile. Il campeggio si presta perfettamente a tutto ciò che  può servire per ristorarsi, pasta party, il bar con gelati e birra ghiacciata, docce e servizi comodi; n più crea anche un bel clima di aggregazione , si stava così bene che abbiamo cercato di rimandare il più possibile il rientro.

Il prossimo appuntamento che ci siamo dati con i tanti amici maratoneti è per sabato 15 a Castel Bolognese alla “6 ore della birra”.

-----------

NdR. L’ultimo comunicato stampa della maratona di Suviana è del 29 maggio. In precedenza ne erano apparsi due consecutivi: “Presto sarà online il percorso nuovo della Maratonina 2019” –“ Il percorso della Maratona è uguale a quello dell'edizione 2018”.

Quanto alla data, è ancora presente un annuncio del marzo 2018: “Grosse novità per la Maratona di Suviana che quest’anno festeggia le sue prime 10 edizioni.Innanzitutto la data è stata anticipata al 20 maggio, anche per provare ad evitare il grande caldo di Giugno su un percorso impegnativo come quello della Maratona”. (Evidentemente si è cambiata  idea. Per la storia, la primissima maratona di Suviana era stata organizzata da Lupo Sport, che ogni anno ne allestiva una in località diversa  - ricordo Montefiorino e Albenga - ma sempre  nella prima domenica d igiugno).

Dopo la gara e fino a oggi, sul sito sono apparse solo le classifiche (che noi abbiamo tempestivamente ripreso). Evidentemente il ruolo dell’addetto stampa, in qualche organizzazione,  non è quello di informare su come sono andate le cose, ma solo di fare pubblicità, di procurare clienti prima. Fatta la festa, gabbato lo santo; chi ha dato ha dato, e degli altri non ci importa; per noi (organizzatori) la corsa potrebbe anche non essersi fatta, importante incassare le quote.

Ci ha scritto questo martedì mattina un lettore: secondo voi, a Suviana, domenica 9 giugno, tra maratona e maratonina, 135 circa partecipanti a ogni gara, è un successo o un flop??!!.... C’è qualcosa che non va… Capisco il momento di agonia del podismo, buon proseguimento, speriamo che il nuovo entourage del Com. Pod. Bol. riesca a lavorare bene!

Non credo che il Comitato Podistico Bolognese (già alle prese con un forte calo di gare e di iscritti) si occupi delle maratone, che in quella zona al momento riposano solo sulle spalle di Gianfranco Gozzi: e la mente va alle tante maratone bolognesi naufragate o morte sul nascere: quella del capoluogo (morta nel 1996), indi quella di Calderara-paese (nata nel 1997), poi sostituita da quella dell’ultimo dell’anno, poi integrata da quella di Capodanno che però nel 2019 non si è più fatta; e la maratona di Crevalcore che nel 2019 ha esalato l’ultimo respiro. Per stare in Appennino, le maratone di Castiglion de’ Pepoli e di Granaglione, primi anni Duemila, di cui sopravvivono vaghi ricordi. Resiste quella di Rioveggio (altra creatura di Gozzi), ma su numeri molto modesti, come questa di Suviana, lontana erede di quella di Castiglion de’ Pepoli a un certo punto ribattezzata “dei tre laghi” (ma uno era un laghetto da pesca, l’altro era quello di Suviana che si vedeva da molto in alto, il terzo era quello del Brasimone che inizialmente si attraversò sulla diga, suggestivo passaggio eliminato quasi subito).

A Suviana quest’anno sono arrivati in 142 sulla distanza massima (+13 sul 2018), inclusi taluni partiti palesemente in forte anticipo e tuttavia graziati dall’ordine d’arrivo: d’altronde, se patron Gozzi quando correva le maratone spesso partiva mezz’ora prima, perché dovrebbe vietarlo ai suoi clienti? Che poi questi ordini d’arrivo taroccati vadano a finire senza correzioni nella Maxiclassifica di “Correre”, contribuisce a instillare nel podista comune qualche dubbio circa i Guinness sbandierati sui social.

Per completare gli arrivati di Suviana, annotiamo il progresso anche nella mezza, passata dai 106 del 2018 ai 132 di oggi.

Quanto ai risultati ‘tecnici’, notiamo che forse era presente un solo atleta, il vincitore Francesco Lupo, un imolese M 40 che ha vinto in 2.55, ripetendo il successo dell’anno scorso con circa due minuti di miglioramento sul 2018. Il suo vantaggio sul secondo, Matteo Giovannelli, è di 21 minuti, cioè 5 km. Al terzo posto assoluto è una donna, Claudia Marietta di Lammari: un 3.21:57 che lascia a dieci minuti la seconda donna (e quinta assoluta), F 40 come lei,  Sonia Ceretto dei Maratoneti del Tigullio.

Insomma, i maschietti non ci hanno fatto una gran bella figura, e al loro interno possiamo solo annotare alcune figure simpatiche, come il carpigiano Werther Torricelli 20° in 4.07, primo degli M 60 su Luciano Bigi (ben noto a queste colonne), al rientro dopo la Nove Colli, e qui finito sotto le 4.12. E ancora il toscano Leandro Giorgio Pelagalli, primo degli M 70 sotto le 4.16. Poi, c’è tutta la serie dei supermaratoneti, allettati da un modesto sconto sulle tariffe di iscrizione, peraltro medio-carucce, e senza i quali l’ordine d’arrivo di Suviana sarebbe dimezzato: occupano la maggioranza delle posizioni dalla centesima in poi, 8 delle ultime 10: alcuni, come già detto da Alle-Simo, erano reduci da un paio di ultramaratone corse o meglio camminate (8 ore per fare 43 km...) nel pomeriggio precedente.

Fin che si divertono loro… è però difficile parlare in termini tecnici delle loro prestazioni. Ma li vedremo sicuramente, settimana dopo settimana, a questi appuntamenti che per loro diventano una ragione di vita. [Fabio Marri]

Informazioni aggiuntive

Fonte Classifica: Sdam

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina