Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 14, 2019 781volte

Nick Butter, 196 maratone in tutti gli Stati del mondo. Mah?

Nick Butter festeggia Nick Butter festeggia Foto BBC

14 Novembre - Domenica scorsa il trentenne britannico Nick Butter ha corso la maratona di Atene: fin qui, tutto normale, se non fosse che con la Grecia, Butter è la prima persona al mondo ad aver corso una maratona in tutti i 196 Paesi del mondo riconosciuti dall'Onu, il tutto in 674 giorni, meno di due anni.  

Questo record nasce in realtà per beneficenza, per raccogliere fondi per il tumore alla prostata: in totale, con le sue maratone, il britannico ha raccolto 65mila sterline (circa 75.000 euro) per Prostate Cancer Uk (l'organizzazione che nel Regno Unito si occupa appunto di lotta contro il tumore alla prostata).    

L'idea nacque durante una gara nel deserto del Sahara, quando Butter incontrò Kevin Webber, un uomo malato terminale per un tumore alla prostata.

Per il maratoneta non è stato certamente facile, perché tra visti e timbri vari ha dovuto riempire dieci passaporti, costretto spesso a rientrare a casa per sole 24 ore per ritirare i nuovi visti.

Butter che ha corso dappertutto, ha raccontato di essere stato morso da un cane, di essere stato rapinato, di essere stato derubato con un coltello, di essere finito in cella, di aver corso con un migliaio di persone in El Salvador e intorno ai vulcani in eruzione, nelle isole incontaminate del Pacifico e perfino su e giù su di una  pista di un aeroporto. 

Nato a Dorset (UK) nell’agosto del 1989, maratoneta dall’età di 11 anni, ha completato nelle sua carriera 592 maratone, abbandonando il lavoro in banca per vivere solo di corsa, di passione: “Spero di ispirare qualcuno a vivere libero, inseguire i propri sogni e imparare dal meraviglioso mondo che abbiamo, sotto i nostri piedi. La maggior parte delle azioni cattive compiute dagli uomini derivano da una carenza di comprensione rispetto e mancanza di cultura sul modo in cui le altre persone vivono. Viaggiare e correre mi ha permesso di vedere il mondo con occhi diversi. E ora lo amo molto di più. Ora mi riposerò qualche giorno, ma poi ho intenzione di tornare a correre, è il mio mondo”.

NdD. Chapeau, come si suol dire. Però si sa che ogni totale può sempre essere aumentato di uno... insomma, c'è sempre qualcosa che manca all'appello. Ad esempio - ci fa notare un amico italiano giramondo - Butter ha corso la maratona a San Marino? Difficile, dato che le ultime edizioni si sono svolte una ventina d'anni fa. Eppure San Marino è Stato riconosciuto... Dunque: primato sì, ma parlare di "tutti i paesi del mondo" è rischioso... [F.M.]

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina