Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 07, 2020 Comitato Organizzatore Africa & Sport 415volte

Corri con Samia: 7 giugno, corsa virtuale a scopo benefico

Saamya Yusuf Omar Saamya Yusuf Omar

 

Varese, 7 maggio 2020 – Dopo 5 edizioni in un crescendo di entusiasmo e partecipazione, la Lago di Comabbio Run – CORRI con SAMIA deve ora fare i conti con la difficile situazione legata alla pandemia.

Al momento non è assolutamente possibile organizzare la manifestazione e ci vediamo costretti a rimandare. Non escludiamo, se ci fossero le condizioni, di poterla organizzare nella seconda parte dell’anno” così Luciano Rech, presidente del G.A.M. Whirlpool co-organizzatore dell’evento, che continua “abbiamo comunque deciso di svolgerla a distanza: ognuno potrà partecipare dovunque si trovi, sulla distanza che vuole e nella modalità corsa, camminata, nordic walking o plogging (termine svedese che nasce dall’unione della parola “jogging” e “plocka” che significa “raccogliere. E’ un’attività fisica che consiste nel raccogliere i rifiuti mentre si corre, ndr)”.

L’obiettivo degli organizzatori è quello di tenere acceso il “motore”, seppure a regime ridotto, di questa manifestazione che negli anni è riuscita a portare avanti il ricordo di Samia, coinvolgere tanta gente e far conoscere la bella pista ciclo-pedonale del lago di Comabbio.

Vista la particolarità del momento gli organizzatori hanno deciso di chiedere un aiuto a tutti i partecipanti di questa edizione speciale della CORRI con SAMIA per raccogliere fondi da donare al progetto sociale e sportivo di run2gether in Kenya duramente colpito dall’emergenza Covid. “La pandemia ci fa capire l’impatto a livello globale di questo virus. Le popolazioni più svantaggiate stanno soffrendo ancor di più. Vogliamo fare la nostra parte. Per questo chiediamo uno sforzo aggiuntivo, non solo correre ma anche donare per aiutare chi è meno fortunato di noi. Sosteniamo da anni il progetto run2gether (anche ospitando atleti del team ad Azzate – Va) e vogliamo farlo a maggior ragione in questo momento di difficoltà”, le parole di Marco Rampi, presidente di AFRICA&SPORT l’altra associazione organizzatrice.

Tutti i partecipanti sono invitati ad iscriversi mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. così da ricevere il pettorale e a postare foto e video sui propri social senza dimenticare l’hastag ufficiale della manifestazione #CORRICONSAMIA.

Gadget dell’evento non poteva che essere una mascherina personalizzata col logo della manifestazione, lavabile e riutilizzabile (da prenotare per tempo, ndr).

La Lago di Comabbio Run – CORRI con SAMIA virtual race rientra sempre nel circuito del Piede d’Oro del Varesotto ed è resa possibile grazie al contributo di sponsor che da anni sostengono la manifestazione: Whirlpool, Fondazione Comunitaria del Varesotto, ProAction, iovedodicorsa – CiaoRunner, Camera di Commercio di Varese - Varese Sport Commission, Avis Biandronno, CRAL Whirlpool, AIC Lombardia, Mera&Longhi, Marevivo Varese ed il design di Francesca Cecchini.

Appuntamento a domenica 7 giugno 2020!

la storia di Saamya Yusuf Omar

Maggiore di sei figli, nasce nel 1991 in una famiglia povera di Mogadisco, figlia di un uomo e di una venditrice di frutta.

Da sempre Saamiya ha la passione e l'attitudine per la corsa. Quando Mo Farah, celebre mezzofondista britannico di origine somala, appare su un giornale, lei lo appende nella camera che divideva con i suoi fratelli, nella speranza di poter diventare come lui ma gareggiando per il suo paese, la Somalia.

Dopo aver vinto tutte le gare per dilettanti somale, inizia a partecipare a gare per professionisti con l'aiuto del centro olimpico somalo, situato a Mogadiscio.

Partecipa alle Olimpiadi di Pechino 2008, nella gara dei 200m, ottenendo il record personale di 32"16, l'ultimo tempo di tutte le batterie, venendo però comunque incoraggiata e applaudita dal pubblico presente allo stadio. Successivamente alla gara tutti i giornalisti la intervistano, ma la sua risposta è: "Avrei preferito essere intervistata per essere arrivata prima, invece che venire intervistata per essere arrivata ultima".

Saamiya è morta annegata il 2 aprile del 2012, mentre stava cercando di raggiungere le coste italiane su un barcone di migranti partito dalla Libia, che ha fatto naufragio a largo di Malta in direzione Lampedusa. Saamiya ha viaggiato attraverso l’Etiopia, il Sudan e la Libia con l'intento di giungere in Europa per trovare un allenatore che la mettesse in grado di partecipare alle Olimpiadi di Londra 2012.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina