Stampa questa pagina
Lug 03, 2018 2502volte

Marmolada Historic Trail: muore il reggiano Marco Cantù

Marco Cantù (in verde) al "Fornacione Night Trail" 2017 Marco Cantù (in verde) al "Fornacione Night Trail" 2017 Foto di Stefano Morselli
Il 57enne reggiano Marco Cantù è morto improvvisamente domenica primo luglio mentre stava partecipando alla Marmolada Historic Trail, una corsa di 21 chilometri dal Passo Fedaia al Rifugio Padon, attraversando i luoghi della Prima Guerra mondiale nello splendido scenario delle Dolomiti bellunesi.
Marco Cantù, guastallese, si è accasciato improvvisamente dopo un'ora di gara verso la 10.40 del mattina, mentre si trovava nei pressi della salito chiamata "Muro di Porta Vescovo", colpito da una crisi cardiaca che non gli ha dato scampo.
Immediati i soccorsi con un'operatrice del Soccorso alpino che gli ha praticato un massaggio cardiaco, mentre sul posto arrivava l’elicottero dei soccorritori, i quali non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.
Abitava da tempo a Villastrada di Dosolo in provincia di Mantova, a due passi dal reggiano, pare che si fosse iscritto alla prossima maratona di New York.
Sulla Gazzetta di Mantova è apparsa oggi la testimonianza di Giovanni Iembo, l'organizzatore della nota "Pasquetta Sportiva" di Gualtieri e Presidente del team "Gualtieri 2000", il gruppo podistico per il quale era tesserato Cantù.
«Marco si allenava spesso – dice Iembo – ma evidentemente qualcosa nel suo fisico non andava come doveva. Domenica scorsa, infatti, abbiamo partecipato assieme a una gara a Schia, in provincia di Parma, un percorso facile, ma nonostante questo Marco mi ha detto che faceva fatica, che non si sentiva bene».

Ndr: Lo vogliamo ricordare con questi scatti di Stefano Morselli e Nerino Carri, immagini che lo ritraggono felice al Fornacione Night Trail 2017, gara nella quale si classificò al 38° posto in coppia con Paolo Bocceda.