Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 06, 2020 979volte

Parigi e Davos: vite non parallele, la serietà sta da una parte sola

Siete troppi, vi 'tagliamo' noi! Siete troppi, vi 'tagliamo' noi! Roberto Mandelli

Avete dunque saputo del nuovo rinvio della maratona di Parigi:
http://podisti.net/index.php/in-evidenza/item/6286-altro-rinvio-per-la-marathon-de-paris-15-novembre-la-nuova-data.html

È la prima volta che capita in Europa, a quanto ne sappiamo, di una maratona spostata due volte ma mantenuta nello stesso anno: se sarà vero, come dubitano molti iscritti (a giudicare dai commenti apparsi sulla pagina della maratona), che avevano accettato come inevitabile il primo rinvio, riversando le loro speranze sulla nuova data autunnale, ma erano rimasti perplessi, dal 5 giugno, per un comunicato che da un lato confermava la data del 18 ottobre 2020 (e tutti i dettagli per il ritiro pettorali nei giorni precedenti), ma dall’altro lato offriva un voucher valido 18 mesi come ‘rimborso in natura’ per la mancata effettuazione della gara.
http://podisti.net/index.php/notizie/item/6195-camignada-e-transpelmo-cedono-davos-insiste-parigi-ni.html

Ma questo 6 luglio, nella prima pagina del sito parigino campeggia il comunicato inviato agli iscritti (di cui abbiamo già detto), preso dopo “consultazione con la città e il dipartimento di polizia di Parigi”, sebbene in un’altra sezione si continuino a dare le info per metà ottobre; ecco come suona la versione inglese:

SEE YOU FROM 15 TO 17 OCTOBER AT THE PORTE DE VERSAILLES!

In 2020, the Salon du Running becomes Run Experience. As has been the case for years, we invite you to Hall 1 of the Parc des Expositions de la Porte de Versailles to pick up your race number!
Days and times:

Thursday 15 October: 3 pm – 8 pm
Friday 16 October: 10 am – 8 pm
Saturday 17 October: 9 am – 6 pm
Attention, race bibs will not be handed out on the day of the race.

Prima o poi lo toglieranno, e a questo punto nessuno scommetterebbe che il “tagliatore” (Schneider, sponsor della 42 km francese, è parola tedesca per ‘tagliatore’, ovvero ‘sarto’) non tagli ancora, e per sempre, l’illusione di correre nel 2020, tanto più che già ora informa come “ovviamente monitoriamo la situazione e con ogni cura rispetteremo le decisioni delle autorità”-  “Ogni iscritto che non potrà partecipare nella nuova data riceverà, entro il mese di luglio, la richiesta di  comunicarlo entro 15 giorni, e riceverà un voucher della nostra associazione valido fino al 31-12-2021, che se non sarà utilizzato verrà restituito dopo tale data” (ricordarsi dunque nel 2022 di essere ancora creditori!).

Inalterati, nello stesso sito, gli inviti a “Scoprire Parigi, la città più bella del mondo” (quelli di Venezia, Firenze o Roma, di Berlino o New York, sono senz’altro d’accordo): già, se Parigi non vuole gli affollamenti dei maratoneti, in compenso ha aperto la Tour Eiffel e il museo del Louvre, dove le “distanze sociali” sono sicuramente rispettate.“Per facilitarvi il viaggio, la nostra associazione con Air France/KLM vi permette di godere di tariffe preferenziali”.

Chissà se tra queste c’è anche la possibilità di la restituzione dei biglietti già pagati per il 5 aprile e faticosamente spostati, dopo stressanti colloqui telefonici con la compagnia aerea, a metà ottobre. O gli alberghi, a volte già pagati e posticipati…
Ecco alcuni commenti postati dai lettori:

“E il rispetto dei corridori in questo nuovo rinvio?”

“Io ho pagato 120 euro non rimborsabili per i biglietti dei treni…”

“Ah, evidentemente non sta scritto che presso gli organizzatori il corridore sia una priorità”

“Arrivederci al 2022... col rimborso dell’edizione 2020...”

“Fareste prima a dire che non volete rimborsare nessuno”.

Al confine con la Francia, anzi quasi in simbiosi (pensate che l’aeroporto di Basilea è in territorio francese), sta la Svizzera, che per la fine di luglio insiste nel dichiarare che la sua Swissalpine di Davos si farà, e anzi ha riaperto le iscrizioni alle 4 gare in programma. Ecco, per sommi capi, l’ultimo comunicato:

Cari amici, continuiamo a lavorare tutti per l’allestimento: il lavoro in più è parecchio, ma è sostenuto anche dal vostro supporto. Potete ancora iscrivervi, ci vediamo tra meno di un mese… Chiaramente vi terremo informati sulle misure di sicurezza che sarà necessario prendere. Riceverete presto per email la carta di partenza, che porterete stampata al ritrovo, dove troverete anche il pacco gara (purtroppo, non la medaglia alla fine).

Vi raccomandiamo di usare trasporti pubblici, confermando come sempre la gratuità del viaggio in 2^ classe all’interno di tutta la Svizzera, per le date tra il 10 e il 28 luglio.

Date e orari di partenza saranno così distribuiti:

Run        Running Day      Start Time           Finish time / Cut-Off-Time

K68        Sabato                 08.00                                    21.00 (13h)

K23        Sabato                 08.30                                    13.00 (4h30)

K43        Domenica           07.00                                    18.00 (11h)

K10        Domenica           07.30                                     09.45 (2h15)

Ci sarà un luogo dove I partecipanti potranno lasciare il proprio bagaglio, a Davos, o per la 23 km nella zona di partenza a Klosters, da dove sarà trasportato all’arrivo e ritirato esibendo il pettorale.

Quanto alle restrizioni per viaggi e soggiorni, in Svizzera dal 22 giugno siamo già alla Fase 4 (apertura a tutti gli stati della Comunità Europea e dell’area Schengen, tranne la Svezia dove il numero di contagi è ancora alto e per i cui cittadini è prescritta una quarantena di 10 giorni, come pure per Serbia, Macedonia, Russia, Usa e altre nazioni extraeuropee) e il governo federale assicura che:

“Le manifestazioni fino a 1000 persone sono nuovamente autorizzate. Le manifestazioni con più di 1'000 persone rimangono invece vietate fino a fine agosto.
La distanza sociale viene ridotta da 2 m a 1,5 m.
Revoca degli orari di chiusura di bar, ristoranti e discoteche e revoca dell’obbligo di rimanere seduti.
Revoca del divieto di assembramenti spontanei nello spazio pubblico.
Le manifestazioni in piazza sono permesse da sabato 20 giugno, vige però l’obbligo di indossare una mascherina.
I ristoranti possono accogliere più di 4 persone per tavolo, la distanza di 2 m fra i tavoli rimane però in vigore. Per i tavoli con più di 4 persone è obbligatorio lasciare un contatto.

Dal 25 giugno la Confederazione assume i costi dei test se sono soddisfatti i criteri dell’UFSP. Ciò avviene, per esempio, se ha sintomi compatibili con la COVID-19 e il Suo medico Le prescrive il test per il nuovo coronavirus”.

Aria fresca, speriamo che duri… e che passi anche i confini delle Alpi.

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina