Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 14, 2018 3970volte

Maratona di Istanbul: 7° tempo di sempre per Ruth Chepngetich

L'arrivo di Ruth Chepngetich L'arrivo di Ruth Chepngetich Foto Organizzatori/IAAF

11 Novembre - La 40^ edizione della Istanbul Marathon (IAAF Gold Label Road Race) passa alla storia per il netto successo della keniana Ruth Chepngetich che si afferma in 2h18:35 (16:13 al 5° km; 31:59 al 10°; 48:15 al 15°; 1h08:22 alla mezza; 1h37:42 al 30°), realizzando pb, record della corsa e miglior prestazione di sempre sul suolo turco, ma soprattutto il settimo miglior tempo della storia, divenendo la 10^ atleta di sempre a scendere sotto le 2h19 e la 30^ sotto le 2h20.

Per la 24enne Chepngetich è il secondo successo in questa manifestazione, dopo la vittoria dello scorso anno quando, al debutto sulla distanza, si era affermata in 2h22:36; da ricordare che la stessa keniana ha un pb di 1h06.19 sulla mezza, ottenuto sempre a Istanbul nel 2017 ad aprile e che, sempre un anno fa, aveva vinto la Stramilano in 1h07:42 (in maratona quest’anno aveva ottenuto il secondo posto a Parigi in 2h22:59).  

Seconda, staccatissima, l'altra keniana Margaret Agai in 2h25:04; terza la etiope Fatuma Sado in 2h31:05.  

Tra gli uomini, vittoria per il keniano Felix Kimutai in 2h09:57 (miglior prestazione all time sul suolo turco), davanti a Abdi Ibrahim Abdo (Bahrain), secondo in 2h10:37; terzo il francese ex-keniano Abraham Kiprotich in 2h10:55, nona prestazione europea dell'anno.

Da ricordare, infine, che la maratona di Istanbul è definita la maratona dei due continenti, giacché parte dal territorio asiatico dell'Anatolia, attraversa il Bosforo sul Ponte dei Caduti del 15 luglio e va a terminare nell'Hippodrome, posto nell'European side.  

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina